I database possono essere usati come origine dati dinamici per gli oggetti etichetta o modulo. Per rendere il contenuto del database accessibile e recuperabile dall'oggetto selezionato, la connessione al database deve essere stabilita e configurata correttamente.

Il modo più efficace e facile di aggiungere un database all'etichetta o alle origini dati della soluzione consiste nell'usare Database guidato passo-passo.

Desktop designer consente inoltre di stabilire e configurare manualmente le connessioni al database. In questo modo, tutto l'intervallo di impostazioni di connessione diventa configurabile. È consigliabile che solo gli utenti esperti scelgano questa opzione.

Tutti i database di etichette e soluzioni sono elencati in Data Source Explorer.

Desktop designer supporta un'ampia scelta di tipi di database. I tipi di database supportati sono elencati qui.

Ulteriori informazioni su come connettersi ai tipi di database supportati sono disponibili qui.

Ulteriori informazioni sulle origini dati degli oggetti disponibili e su come usare Gestione dati dinamici sono disponibili qui.

Tipi di database supportati

Desktop designer supporta più tipi di database:

NiceLabel consiglia di usare tipi di database standard, come Text, Excel, Access, SQL Server, e MariaDB / MySQL. L'uso di tipi di database standard è più facile e richiede meno tempo a causa delle prestazioni ottimizzate dell'applicazione e dell'interfaccia utente. Quando si lavora con un tipo di database non standard, usare le opzioni OLE e ODBC.

Ulteriori informazioni su come connettersi ai tipi di database supportati sono disponibili qui.

Opzioni di connessione al database

Desktop designer consente di connettere un oggetto a un database in due modi. Lo schema seguente mostra le due opzioni disponibili.

UUID-c2007772-2ffe-2ae9-0604-186af8cfdfc2.png
  1. Database guidato passo-passo mette a disposizione un processo guidato per:

    • collegare un database a un oggetto etichetta o modulo.

    • aggiungere un database alle origini dati della soluzione di etichettatura

    La procedura guidata di creazione e configurazione di una connessione a un database è descritta qui.

  2. Connessione a un database creata e configurata manualmente.

Nota

Questa opzione è rivolta agli utenti esperti. Essa consente una configurazione dettagliata e mette a disposizione tutte le impostazioni di connessione al database disponibili.

La procedura manuale di creazione e configurazione di una connessione a un database è descritta qui.

Database guidato passo-passo

Il Procedura guidata database è un processo guidato che consente all'utente di configurare una connessione a un database e di selezionare le tabelle e i campi da usare.

UUID-514f3d09-839c-4f92-aaaf-c6e0857e6b54.png

Modifica database consente di modificare tutti i database connessi esistenti mediante una procedura guidata.

Inoltre, la procedura guidata consente di ordinare e filtrare i record e di definire quante copie di etichette saranno stampate per ciascun record di database.

Aggiunta di un database

Per aggiungere un database utilizzando Procedura guidata database, fare clic sul pulsante del database preferito nella barra multifunzione della scheda Desktop designer Dati > gruppo Database guidato passo-passo.

Sono disponibili tre opzioni per avviare Procedura guidata database:

  • Opzione 1: Fare clic sul pulsante del database preferito nella Desktop designer barra multifunzione della scheda Dati > gruppo Database guidato passo-passo.

UUID-07338bd7-b2b8-1173-5fc3-c1ae60d78cae.png
  • Opzione 2: Fare clic sul pulsante del database preferito in Gestione dati dinamici > gruppo della barra multifunzione Database guidato passo-passo.

UUID-514f3d09-839c-4f92-aaaf-c6e0857e6b54.png
  • Opzione 3: Fare clic sul comando +Procedura guidata database in Dynamic Data Explorer o nelle proprietà dell'oggetto.

UUID-63711b79-ce43-05f1-6330-cfbe531ad8c3.png

Di seguito sono elencate le opzioni disponibili per la procedura guidata. Per aggiungere con successo un database, seguire i passaggi relativi a ciascun tipo di database:

Database guidato per i file Excel

Questa sezione descrive come connettere il database Excel a un oggetto usando Database guidato passo-passo di Desktop designer.

Passo 1: Impostazioni connessione

Passo 2: Tabelle e campi

Questo passo definisce quale tabella di database e quali campi di questa tabella devono venire usati come origine dati dinamici.

Fare clic su Avanti.

Passo 3: Copie etichetta per record

Passo 4: Crea oggetti

Passo 5: Anteprima dati e altre impostazioni tabella

Fare clic su Fine. Il database è pronto per essere usato come origine dati di un oggetto etichetta o modulo.

Procedura guidata per database Access

Questa sezione descrive come connettere il database Access a un oggetto usando Database guidato passo-passo di Desktop designer.

Passo 1: Impostazioni connessione

Questo passo definisce le informazioni di connessione al file di database Access.

Nome del file seleziona il file di database.

Autenticazione richiede un Nome utente e una Password per i file di database Access protetti tramite password.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

Fare clic su Avanti.

Passo 2: Tabelle e campi

Passo 3: Copie etichetta per record

Passo 4: Crea oggetti

Passo 5: Anteprima dati e altre impostazioni tabella

Fare clic su Fine. Il database è pronto per essere usato come origine dati di un oggetto etichetta o modulo.

Database guidato per un database Microsoft SQL Server

Questa sezione descrive come connettere un database Microsoft SQL Server a un oggetto modulo o etichetta usando Database guidato passo-passo di Desktop designer.

Passo 1: Impostazioni connessione

Questo passo definisce le informazioni di connessione al file di database.

Il gruppo Informazioni di connessione definisce quale server ospita il database al quale ci si connette.

  • Server seleziona il server del database.

Il gruppo Autenticazione definisce il tipo di autenticazione dell'utente per il server del database.

  • Usa autenticazione Windows. Questa opzione definisce l'autenticazione Windows come metodo di verifica per connettersi a un server SQL. L'utente si connette a un database mediante il nome utente e la password di dominio.

  • Usa autenticazione SQL Server. Questa opzione definisce come metodo di verifica il nome utente e la password del database. Per stabilire una connessione, immettere il nome utente e la password fornite dall'amministratore del database.

Mostra stringa di connessione visualizza la stringa di connessione dal database corrente e ne consente l'inserimento o la modifica.

Avvertimento

La modifica della stringa di connessione è destinata solo agli utenti esperti. Per configurare la connessione al database è opportuno che gli utenti immettano dati standard nella finestra di dialogo.

Il gruppo Selezione database seleziona il database sul server connesso.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

Fare clic su Avanti per continuare.

Passo 2: Tabelle e campi

Passo 3: Copie etichetta per record

Passo 4: Crea oggetti

Passo 5: Anteprima dati e altre impostazioni tabella

Fare clic su Fine. Il database è pronto per essere usato come origine dati di un oggetto etichetta o modulo.

Procedura guidata per i file di testo

Questa sezione descrive come usare un file di testo come origine dati negli oggetti etichetta o modulo. Un file di testo è collegato a un oggetto usando Database guidato passo-passo di Desktop designer.

Passo 1: Procedura guidata struttura file di testo

Passo 2: Impostazioni connessione

Questo passo definisce il percorso del file di testo.

Nome del file definisce la posizione del file di testo da usare. Immettere la posizione manualmente o fare clic su Apri per individuarlo nel sistema.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

Fare clic su Avanti.

Passo 3: Tabelle e campi

Nota

La selezione della tabella non è disponibile quando si aggiunge un file di testo come database. Tutto il file di testo viene trattato come singola tabella di database.

Passo 4: Copie etichetta per record

Passo 5: Crea oggetti

Passo 6: Anteprima dati e altre impostazioni tabella

Questo passo fornisce un'anteprima dei dati recuperati dal database. Esso fornisce inoltre delle impostazioni di tabella aggiuntive come il filtraggio e l'ordinamento.

La scheda Dati visualizza un'anteprima dei dati recuperati dal file di database. È possibile usare i controlli di ricerca nella parte superiore della sezione di anteprima per trovare un record specifico.

Nota

L'anteprima dati mostra fino a 1000 righe.

La scheda Campi visualizza i campi di database disponibili e selezionati. Le impostazioni configurate in Copie etichetta per record possono essere rieseguite in questa scheda.

La scheda Recupero dati definisce come dovrebbero venire recuperati i dati dal file di database connesso. Ulteriori informazioni sul recupero dei dati sono disponibili qui.

Fare clic su Fine. Il database è pronto per essere usato come origine dati di un oggetto etichetta o modulo.

Procedura guidata per database Oracle

Questa sezione descrive come aggiungere un database Oracle a un oggetto modulo o etichetta usando Database guidato passo-passo di Desktop designer.

Passo 1: Impostazioni connessione

Questo passo definisce le informazioni di connessione al database.

Nota

Per stabilire una connessione con il database Oracle è necessario un provider di database Oracle.

Origine dati definisce il nome dell'origine dati Oracle.

Autenticazione fornisce il nome utente e la password per stabilire la connessione.

Il pulsante Impostazione avanzata apre la finestra Proprietà collegamento dati, consentendo all'utente di definire le proprietà di connessione. Proprietà collegamento dati è una finestra di dialogo di sistema di Windows. Ulteriori informazioni sulle proprietà sono disponibili qui.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

Passo 2: Tabelle e campi

Passo 3: Copie etichetta per record

Passo 4: Crea oggetti

Passo 5: Anteprima dati e altre impostazioni tabella

Fare clic su Fine. Il database è pronto per essere usato come origine dati di un oggetto etichetta o modulo.

Procedura guidata per database MariaDB / MySQL

Questa sezione descrive come aggiungere un database MariaDB / MySQL a un oggetto modulo o etichetta usando Database guidato passo-passo di Desktop designer.

Importante

Non aggiornare la connessione al database per i modelli di etichette già connessi a MySQL. In questo caso, continuare a utilizzare il software MySQL. I modelli di etichette funzionano come prima.

Passo 1: Impostazioni connessione

Questo passo definisce le informazioni di connessione al database MariaDB / MySQL.

  • Database: definisce il database esatto su un server.

  • Host: definisce l'indirizzo del database.

  • Porta: definisce la porta del server del database.

  • Autenticazione: fornisce il nome utente e la password per stabilire la connessione.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

Passo 2: Tabelle e campi

Passo 3: Copie etichetta per record

Passo 4: Crea oggetti

Passo 5: Anteprima dati e altre impostazioni tabella

Fare clic su Fine. Il database è pronto per essere usato come origine dati di un oggetto etichetta o modulo.

Database guidato per l'aggiunta di database tramite OLE DB

Questa sezione descrive come aggiungere vari tipi di database tramite l'origine OLE DB su un oggetto modulo o etichetta usando Database guidato passo-passo di Desktop designer.

OLE DB estrae i dati da una serie di database relazionali conformi a OLE DB utilizzando una tabella di database, una vista o un comando SQL.

Esempio:

OLE DB può estrarre i dati dalle tabelle presenti nei database Microsoft Access o SQL Server.

Passo 1: Impostazioni connessione

Questo passo definisce le informazioni di connessione a OLE DB.

Provider definisce il provider da usare per accedere ai dati visualizzando le interfacce OLE DB.

Autenticazione fornisce il nome utente e la password per stabilire la connessione.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

Autenticazione fornisce il nome utente e la password usati per la connessione.

Le opzioni di Configurazione avanzata sono:

  • Sfoglia automaticamente tabelle visualizza automaticamente le tabelle di database OLE disponibili. Se questa casella di controllo è deselezionata, sarà necessario immettere manualmente il nome della tabella.

Il pulsante Impostazione avanzata apre la finestra Proprietà collegamento dati, consentendo all'utente di definire le proprietà di connessione. Proprietà collegamento dati è una finestra di dialogo di sistema di Windows. Ulteriori informazioni sulle proprietà sono disponibili qui.

Nota

Quando ci si connette a un database protetto tramite password, assicurarsi che l'opzione Consenti salvataggio password sia selezionata. In caso contrario, anche dopo aver eseguito con successo la procedura Connessione di prova, l'accesso al database non sarà garantito.

UUID-54f9087e-99a1-2ef5-8fda-b63e250825b1.png

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione per verificare se una connessione con il database è stata stabilita con successo. Viene visualizzata una conferma o un messaggio di errore.

Fare clic su Avanti.

Passo 2: Tabelle e campi

Passo 3: Copie etichetta per record

Passo 4: Crea oggetti

Passo 5: Anteprima dati e altre impostazioni tabella

Fare clic su Fine. Il database è pronto per essere usato come origine dati di un oggetto etichetta o modulo.

Database guidato per origini dati ODBC

Questa sezione descrive come usare il database guidato passo-passo di Desktop designer quando si aggiunge un'origine dati ODBC.

Amministrazione origine dati ODBC Microsoft® gestisce i driver di database e le origini dati. L'applicazione è disponibile nel Pannello di controllo di Windows, negli Strumenti di amministrazione.

Per informazioni dettagliate sulle procedure di amministrazione ODBC, aprire la finestra di dialogo Amministrazione origine dati ODBC e fare clic su Guida.

Passo 1: Informazioni sulla connessione

Questo passo definisce le informazioni di connessione al database.

Il gruppo Informazioni di connessione definisce il tipo di database che sarà utilizzato con la connessione ODBC.

  • Origine dati: definisce il database per dal quale recuperare i dati. I database elencati nell'elenco a discesa sono gestiti tramite l'Amministratore ODBC.

  • Driver: visualizza il driver di database in base all'origine dati selezionata.

Il gruppo Autenticazione include i campi del nome utente e della password per la connessione ODBC. L'autenticazione dell'utente è necessaria in alcuni casi, ad esempio se l'autenticazione SQL è necessaria quando si effettua la connessione a un server SQL.

  • Nome utente: immettere il nome utente corretto per accedere al database ODBC.

  • Password: immettere la password corretta per accedere al database ODBC.

Nota

Nome utente e password sono sempre visualizzati. Il loro uso dipende dal criterio di amministrazione del database.

Il pulsante Amministratore ODBC apre la finestra di dialogo di amministrazione ODBC. Ulteriori informazioni sulla finestra di dialogo sono disponibili qui.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

Passo 2: Tabelle e campi

Passo 3: Copie etichetta per record

Passo 4: Crea oggetti

Passo 5: Anteprima dati e altre impostazioni tabella

Fare clic su Fine. Il database è pronto per essere usato come origine dati di un oggetto etichetta o modulo.

Database guidato per Fogli Google

Questa sezione descrive come connettere le tabelle di Fogli Google usando il Database guidato passo-passo di Desktop Designer.

Nota

La connessione a Fogli Google richiede l'autenticazione di Google. Non è possibile stampare da NiceLabel Automation, .NET API o Integrazioni Cloud.

  1. Nel menu Data, fare clic su Tutti i database per aprire il Database guidato passo-passo, quindi fare clic su Avanti.

    16_excel_wizard_new1.png
  2. Si apre la finestra Selezione tipo database. Selezionare Fogli Google, quindi fare clic su Avanti.

    17_google_wizard_new_2.png
  3. Si apre la finestra Impostazioni connessione. Fare clic su Accedi.

    17_google_wizard_new_3.png
  4. Il browser web si apre con le opzioni Accedi con Google.

    02_Sign_in.png

    Fare clic sull’account per accedere.

  5. Si apre una nuova finestra con le opzioni per accedere all’account Google. Selezionare entrambe le opzioni:

    • Visualizzare le informazioni sui file di Google Drive.

    • Visualizzare tutti i fogli di lavoro di Fogli Google.

    Quindi fare clic su Continua.

    03_enable_options.png
  6. I messaggi di conferma sulle connessioni riuscite vengono visualizzati nel browser e nel Desktop designer. Chiudere la finestra di conferma in Desktop designer.

    04_connection_successful_browser.png
    05_connection_successful_Designer.png
  7. Nella finestra Impostazioni di connessione selezionare il Foglio di lavoro Google, quindi fare clic su Avanti.

    17_google_wizard_new_5.png

    Nell’elenco Foglio di calcolo, è possibile anche vedere i fogli condivisi con il proprio account. È possibile utilizzare i fogli condivisi allo stesso modo dei propri.

    Importante

    Se si condivide la propria etichetta con altri clienti, abilitare la condivisione dei Fogli Google in modo che altri clienti possano accedere con le loro credenziali.

    NiceLabel chiederà ad altri client di accedere a Google quando si aprono etichette/soluzioni.

    Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso indica se è stata stabilita con successo una connessione con il foglio di lavoro Google selezionato. Viene visualizzato un messaggio di conferma o di errore, a seconda dello stato della connessione.

  8. I campi del foglio di lavoro sono ora collegati alla soluzione. È possibile rimuovere i campi che non servono. Quindi fare clic su Fine.

    12_eizard_add_remove_fields.png
  9. Completare la procedura guidata del database con i restanti passaggi della procedura guidata:

    • Copie etichetta per record

    • Crea oggetti

    • Anteprima dati e Altre impostazioni tabella

Il foglio Google è ora collegato all’etichetta/alla soluzione.

Avvertimento

L'accesso a Google scade dopo 90 giorni. Dopo la scadenza dell’accesso, Desktop Designer chiederà di accedere con il proprio account Google.

Database guidato per Excel (Microsoft OneDrive)

Questa sezione descrive come connettere fogli di lavoro Excel (Microsoft OneDrive) archiviati in Microsoft OneDrive utilizzando il Database guidato passo-passo di Desktop Designer.

Nota

La connessione a fogli di lavoro Excel (Microsoft OneDrive) richiede l'autenticazione Microsoft. Non è possibile stampare da NiceLabel Automation, .NET API o Integrazioni Cloud.

  1. Nel menu Data, fare clic su Tutti i database per aprire il Database guidato passo-passo, quindi fare clic su Avanti.

    16_excel_wizard_new1.png
  2. Si apre la finestra Selezione tipo database. Selezionare Excel (Microsoft OneDrive), quindi fare clic su Avanti.

    16_excel_wizard_new2.png
  3. Si apre la finestra Impostazioni connessione. Fare clic su Accedi con Microsoft.

    16_excel_wizard_new3.png
  4. Il browser web si apre con le opzioni dell'account Microsoft.

    22_account.png

    Scegliere l’account che si collegherà al Microsoft OneDrive.

    Nota

    Alcune aziende hanno accesso limitato agli account OneDrive aziendali. In questo caso, si dovrà ottenere l'autorizzazione dell'amministratore per connettersi a Excel con il proprio account. Si apre la seguente finestra:

    29_admin_approval.png

    Se il rischio per la sicurezza è troppo elevato, è possibile utilizzare o creare un account Microsoft personale e utilizzare OneDrive da tale account.

  5. Permettere a NiceLabel Desktop Designer di accedere i dati OneDrive.

    23_allow.png
  6. I messaggi di conferma sulle connessioni riuscite vengono visualizzati nel browser e nel Desktop designer. Chiudere la finestra di conferma in Desktop designer.

    24_successful1.png
    25_successful2.png
  7. Nella finestra Impostazioni di connessione selezionare il foglio di lavoro Google, quindi fare clic su Avanti.

    16_excel_wizard_new5.png

    Importante

    Se si condivide la propria etichetta o soluzione con altri clienti, abilitare la condivisione dei fogli di lavoro Excel in OneDrive in modo che altri clienti possano accedere con le loro credenziali.

    Esistono due tipi di account Microsoft: account personali e account aziendali/di scuola. È possibile condividere solo fogli di lavoro dello stesso tipo di account. È possibile condividere fogli di calcolo da un account personale a un altro. È possibile condividere fogli di calcolo da un account lavorativo/scolastico a un altro, ma solo all'interno della stessa organizzazione (o di organizzazioni associate). Non è possibile condividere un foglio di lavoro tra account personali e scolastici/di lavoro o tra account di lavoro/scuola di organizzazioni diverse.

    NiceLabel chiederà ad altri client di accedere a Microsoft quando si aprono etichette/soluzioni.

    Nell’attuale Desktop Designer:

    • È possibile creare una nuova etichetta o soluzione solo con i file Excel (Microsoft OneDrive).

    • Non è possibile creare una nuova etichetta o soluzione solo con i file Excel (Microsoft OneDrive).

    • È possibile aprire e stampare etichette esistenti o soluzioni connesse ai file Excel (Microsoft OneDrive) condivisi.

    Nota

    Microsoft non supporta file .xls nell’edizione Excel OneDrive.

    Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso indica se è stata stabilita con successo una connessione con il foglio di lavoro Google selezionato. Viene visualizzato un messaggio di conferma o di errore, a seconda dello stato della connessione.

  8. I campi del foglio di lavoro sono ora collegati alla soluzione. È possibile rimuovere i campi che non servono. Quindi fare clic su Fine.

    33_wiz_table_2.png
  9. Completare la procedura guidata del database con i restanti passaggi della procedura guidata:

    • Copie etichetta per record

    • Crea oggetti

    • Anteprima dati e Altre impostazioni tabella

Il foglio Excel è ora collegato all’etichetta/alla soluzione.

Avvertimento

L'accesso a Microsoft scade dopo 90 giorni. Dopo la scadenza dell’accesso, Desktop Designer chiederà di accedere con il proprio account Microsoft.

Modifica di database

Il pulsante Modifica database riavvia Database guidato passo-passo, che consente di configurare un database esistente.

Per riconfigurare correttamente un database che è già stato aggiunto, procedere come segue.

Passo 1: Definire la tabella di database

Usare questo passo per selezionare tra i database esistenti. Selezionare il database e la tabella da modificare. Fare clic su Avanti per continuare.

Passo 2: Impostazioni connessione

Passo 3: Tabelle e campi

Passo 4: Copie etichetta per record

Passo 5: Crea oggetti

Passo 6: Anteprima dati e altre impostazioni tabella

Fare clic su Fine.

Impostazione della connessione manuale al database

Impostando una connessione manuale al database è possibile avere il controllo completo sulle impostazioni di connessione al database e sulle opzioni di configurazione.

Nota

Questa opzione è rivolta agli utenti esperti. Essa consente una configurazione dettagliata e mette a disposizione tutte le impostazioni di connessione al database disponibili. NiceLabel consiglia di usare Procedura guidata database.

Le connessioni manuali al database vengono eseguite in tre passi:

  1. Il primo passo imposta la connessione al database.

  2. Il secondo passo consente di scegliere quali tabelle del database verranno usate.

  3. Il terzo passo consente di configurare le tabelle del database collegate.

Per connettersi manualmente a un database, seguire le procedure descritte negli argomenti elencati di seguito:

Connessione a un file di Microsoft Excel

I database Microsoft Excel possono essere usati come origine dati dinamici per oggetti etichetta o oggetti modulo. Prima di impostare manualmente una connessione al database, aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

Fare clic sul pulsante Connessioni al database nella barra multifunzione di Gestione dati dinamici e selezionare Microsoft Excel come tipo di database preferito. Si apre la finestra Proprietà collegamento nuovo database.

Per connettersi manualmente a un database di file Excel, procedere come segue.

Passo 1: Impostazione della connessione

Il gruppo Tipo di connessione consente di definire il tipo di connessione al database.

Il gruppo Informazioni di connessione definisce le informazioni sul file di database.

  • Nome file:definisce il file di database da usare nella connessione.

  • Impostazione avanzata: apre la finestra Proprietà collegamento dati. Questa finestra consente di definire le proprietà della connessione. Proprietà collegamento dati è una finestra di dialogo di sistema di Windows. Ulteriori informazioni sulle proprietà sono disponibili qui.

  • Il pulsante Connessione di prova: avvia una procedura di prova della connessione. Esso indica se è stata stabilita con successo una connessione con il database. Viene visualizzato un messaggio di conferma o di errore, a seconda dello stato della connessione.

UUID-9c1b5442-beb8-e28d-93bf-45afe0972cff.png

Al termine, fare clic su OK. Viene visualizzata la finestra delle proprietà del database.

UUID-5aaf2a99-ff43-3c29-83de-42aea90a196e.png

Passo 2: Selezione della tabella del database

Al termine, fare clic su OK.

Passo 3: Configurazione di tabelle e campi di database

Le informazioni su come configurare la tabella connessa sono disponibili qui.

Le informazioni su come configurare i campi di database sono disponibili qui.

Al termine, fare clic su OK.

Connessione a un file di Microsoft Access

I database Microsoft Access possono essere usati come origine dati dinamici per oggetti etichetta o oggetti modulo. Prima di impostare manualmente una connessione al database, aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

Fare clic sul pulsante Connessioni al database nel nastro Gestione dati dinamici e selezionare Microsoft Access come tipo di database preferito. Si apre la finestra Proprietà collegamento nuovo database.

Per connettere manualmente un oggetto a un database di file Access, procedere come segue.

Passo 1: Impostazione della connessione

Il gruppo Tipo di connessione consente di definire il tipo di connessione al database.

La finestra Informazioni di connessione definisce le informazioni sul file di database.

  • Nome file:definisce il file di database da usare nella connessione.

Il gruppo Autenticazione fornisce un Nome utente e una Password per connettersi a un file protetto.

  • Impostazione avanzata: apre la finestra Proprietà collegamento dati. Questa finestra consente di definire le proprietà della connessione. Proprietà collegamento dati è una finestra di dialogo di sistema di Windows. Ulteriori informazioni sulle proprietà sono disponibili qui.

  • Connessione di prova: avvia una procedura di prova della connessione. Esso indica se è stata stabilita con successo una connessione con il database. Viene visualizzato un messaggio di conferma o di errore, a seconda dello stato della connessione.

UUID-0b61b3ca-61f7-443a-7ae3-bc12ac1d9a20.png

Al termine, fare clic su OK. Viene visualizzata la finestra delle proprietà del database.

UUID-5aaf2a99-ff43-3c29-83de-42aea90a196e.png

Passo 2: Selezione della tabella del database

Al termine, fare clic su OK.

Passo 3: Configurazione di tabelle e campi di database

Le informazioni su come configurare la tabella connessa sono disponibili qui.

Le informazioni su come configurare i campi di database sono disponibili qui.

Al termine, fare clic su OK.

Connessione a un database Microsoft SQL Server

Il database Microsoft SQL Server può essere usato come origine dati dinamici per oggetti etichetta o oggetti modulo. Prima di impostare manualmente una connessione al database, aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

Fare clic sul pulsante Connessioni al database nella barra multifunzione di Gestione dati dinamici e selezionare Microsoft SQL Server come tipo di database preferito. Si apre la finestra Proprietà collegamento nuovo database.

Per connettere manualmente un oggetto a un database Microsoft SQL Server, procedere come segue:

Passo 1: Impostazione della connessione

Il gruppo Tipo di connessione consente di definire il tipo di connessione al database.

Il gruppo Informazioni di connessione definisce le informazioni sul database.

  • Server: definisce il server di database da usare per la connessione. I server disponibili sono elencati automaticamente. Per aggiungere un server non elencato, inserire manualmente il relativo nome o la posizione.

  • Autenticazione: seleziona il tipo di autenticazione dell'utente.

    • Usa autenticazione Windows per accedere usando le credenziali del dominio Windows.

    • Usa autenticazione SQL Server per accedere usando le credenziali del server SQL.

Il gruppo Selezione database seleziona il database sul server selezionato in precedenza. Questo database sarà usato come origine dati per l'oggetto etichetta o modulo selezionato.

  • Database: definisce il database del server al quale connettersi.

Mostra stringa di connessione visualizza la stringa di connessione dal database corrente e ne consente l'inserimento o la modifica.

Avvertimento

La modifica della stringa di connessione è destinata solo agli utenti esperti. Per configurare la connessione al database è opportuno che gli utenti immettano dati standard nella finestra di dialogo.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso indica se è stata stabilita con successo una connessione con il database. Viene visualizzato un messaggio di conferma o di errore, a seconda dello stato della connessione.

UUID-1cd1d6ae-aff5-3e07-9b4d-b18e69fee7fd.png

Al termine, fare clic su OK.

UUID-5aaf2a99-ff43-3c29-83de-42aea90a196e.png

Passo 2: Selezione della tabella del database

Al termine, fare clic su OK.

Passo 3: Configurazione di tabelle e campi di database

Le informazioni su come configurare la tabella connessa sono disponibili qui.

Le informazioni su come configurare i campi di database sono disponibili qui.

Al termine, fare clic su OK.

Connessione a un file di testo

I database File di testo possono essere usati come origine dati dinamici per oggetti etichetta o oggetti modulo.

I file di testo richiedono un ulteriore intervento prima di venire trasformati in un database "reale". All'inizio, qualsiasi file di testo contiene dei valori di dati, ma nessuna informazione su struttura di dati, campi di nomi e lunghezze massime dei campi. Questi parametri mancanti vanno specificati prima che il file di testo si trasformi in un database utilizzabile come origine dati di un oggetto.

Esempio 52. Esempio:

Un esempio di database di testo molto utilizzato è costituito dai file .csv. In un file .csv, un delimitatore separa i campi di database. Ciascuna riga fornisce i dati per un'unica etichetta. Pertanto, essa può essere interpretata come un "record" della nomenclatura del database.


Aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

Fare clic sul pulsante Connessioni al database nella barra multifunzione di Gestione dati dinamici e selezionare File di testo come tipo di database preferito.

Per connettere manualmente un oggetto a un database di file di testo, procedere come segue.

Passo 1: Impostazione della connessione

La finestra Informazioni di connessione definisce le informazioni sul file di database.

  • Nome del file definisce la posizione del file.

  • Connessione di prova: avvia una procedura di prova della connessione. Esso indica se è stata stabilita o meno una connessione con il database. Viene visualizzato un messaggio di conferma o di errore, a seconda dello stato della connessione.

UUID-a89330eb-fb3f-17dd-d612-3559a4b1bb03.png

Al termine, fare clic su OK. Viene visualizzata la finestra delle proprietà del database.

UUID-e3a4b811-72ff-439e-45c0-189c12a471c4.png

Passo 1a: Procedura guidata struttura file di testo

Passo 2: Configurazione di tabelle e campi di database

Le informazioni su come configurare la tabella connessa sono disponibili qui.

Le informazioni su come configurare i campi di database sono disponibili qui.

Al termine, fare clic su OK.

Connessione a un database Oracle

I database Oracle possono essere usati come origine dati dinamici per oggetti etichetta o oggetti modulo.

Aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

Fare clic sul pulsante Connessioni al database nel nastro Gestione dati dinamici e selezionare Oracle come tipo di database preferito. Si apre la finestra Proprietà collegamento nuovo database.

Nota

Per connettersi al database Oracle e utilizzare i dati nel software NiceLabel è necessario prima installare e configurare il software client Oracle su ogni computer su cui è installato NiceLabel 10. I dettagli sono disponibili nell’articolo della knowledge base .

Passo 1: Impostazione della connessione

Il gruppo Tipo di connessione consente di definire il tipo di connessione al database.

Il gruppo Informazioni di connessione definisce le informazioni sul file di database.

  • Server: definisce il server di database da usare per la connessione. I server disponibili sono elencati automaticamente. Per aggiungere un server non elencato, inserire manualmente il relativo nome o la posizione.

Il gruppo Autenticazione seleziona il tipo di autenticazione dell'utente.

  • Usa autenticazione Windows: per accedere usando le credenziali del dominio Windows.

  • Usa autenticazione SQL Server: per accedere usando le credenziali del server SQL.

Selezione database seleziona il database sul server selezionato in precedenza. Questo database sarà usato come origine dati per l'oggetto etichetta o modulo selezionato.

  • Database definisce il database del server al quale connettersi.

Mostra stringa di connessione visualizza la stringa di connessione dal database corrente e ne consente l'inserimento o la modifica.

Avvertimento

La modifica della stringa di connessione è destinata solo agli utenti esperti. Per configurare la connessione al database è opportuno che gli utenti immettano dati standard nella finestra di dialogo.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso indica se è stata stabilita con successo una connessione con il database. Viene visualizzato un messaggio di conferma o di errore, a seconda dello stato della connessione.

UUID-a2b19ed3-2a09-7726-172e-08d254060e1a.png

Al termine, fare clic su OK. Viene visualizzata la finestra delle proprietà del database.

UUID-5aaf2a99-ff43-3c29-83de-42aea90a196e.png

Passo 2: Selezione della tabella del database

Al termine, fare clic su OK.

Passo 3: Configurare il database connesso

Le informazioni su come configurare la tabella connessa sono disponibili qui.

Le informazioni su come configurare i campi di database sono disponibili qui.

Al termine, fare clic su OK.

Connessione a un database MariaDB / MySQL

Il database MariaDB / MySQL può essere usato come origine dati dinamici per oggetti etichetta o oggetti modulo. Prima di impostare manualmente una connessione al database, aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

Fare clic sul pulsante Connessioni al database nel nastro di Gestione dati dinamici e selezionare MariaDB / MySQL come tipo di database preferito. Si apre la finestra Proprietà collegamento nuovo database.

Per connettere manualmente un oggetto a un database MariaDB / MySQL, procedere come segue:

Passo 1: Impostazione della connessione

Il gruppo Tipo di connessione consente di definire il tipo di connessione al database.

La finestra Informazioni di connessione definisce le informazioni sul file di database.

  • Database: definisce il database esatto su un server. Immettere il nome corretto.

  • Host: definisce l'indirizzo IP o il nome del server del database.

  • Porta: definisce la porta del server del database.

Il gruppo Autenticazione fornisce il nome utente e la password per stabilire la connessione.

  • Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

UUID-34b17c73-352d-3940-68d4-70855e3bd27d.png

Al termine, fare clic su OK. Viene visualizzata la finestra delle proprietà del database.

UUID-5aaf2a99-ff43-3c29-83de-42aea90a196e.png

Passo 2: Selezione della tabella del database

Al termine, fare clic su OK.

Passo 3: Configurazione di tabelle e campi di database

Le informazioni su come configurare la tabella connessa sono disponibili qui.

Le informazioni su come configurare i campi di database sono disponibili qui.

Al termine, fare clic su OK.

Connessione ad altri database (OLE DB)

È possibile connettere vari tipi di database agli oggetti etichetta o agli oggetti modulo tramite l'origine OLE DB. Aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

Fare clic sul pulsante Connessioni al database nel nastro di Gestione dati dinamici e selezionare Altri database (OLE DB) come tipo di database preferito. Si apre la finestra Proprietà collegamento nuovo database.

OLE DB estrae i dati da una serie di database relazionali conformi a OLE DB utilizzando una tabella di database, una vista o un comando SQL.

Esempio 53. Esempio:

OLE DB può estrarre i dati dalle tabelle presenti nei database Microsoft Access o SQL Server.


Per connettere manualmente un oggetto ad altri database tramite OLE DB, procedere come segue:

Passo 1: Impostazione della connessione

Il gruppo Tipo di connessione consente di definire il tipo di connessione al database.

Il gruppo Informazioni di connessione definisce le informazioni sul database.

  • Provider: definisce il provider da usare per accedere ai dati visualizzando le interfacce OLE DB.

Autenticazione fornisce il nome utente e la password per stabilire la connessione.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

UUID-be467457-204d-9467-1606-d378b84c4912.png

Le opzioni di Configurazione avanzata sono:

  • Sfoglia automaticamente tabelle (opzione predefinita) visualizza automaticamente le tabelle di database OLE disponibili. Deselezionando la casella di controllo, questo passaggio viene ignorato.

Il pulsante Impostazione avanzata apre la finestra Proprietà collegamento dati, consentendo all'utente di definire le proprietà di connessione. Proprietà collegamento dati è una finestra di dialogo di sistema di Windows. Ulteriori informazioni sulle proprietà sono disponibili qui.

UUID-54f9087e-99a1-2ef5-8fda-b63e250825b1.png

Nota

Quando ci si connette a un database protetto tramite password, assicurarsi che l'opzione Consenti salvataggio password sia selezionata. In caso contrario, anche dopo aver eseguito con successo la procedura Connessione di prova, l'accesso al database non sarà garantito.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione per verificare se una connessione con il database è stata stabilita con successo. Viene visualizzata una conferma o un messaggio di errore.

Fare clic su OK. Viene visualizzata la finestra delle proprietà del database.

UUID-5aaf2a99-ff43-3c29-83de-42aea90a196e.png

Passo 2: Selezione della tabella del database

Al termine, fare clic su OK.

Passo 3: Configurazione di tabelle e campi di database

Le informazioni su come configurare la tabella connessa sono disponibili qui.

Le informazioni su come configurare i campi di database sono disponibili qui.

Al termine, fare clic su OK.

Connessione a un'origine dati ODBC

È possibile connettere vari database agli oggetti etichetta o agli oggetti modulo tramite l'amministratore dell'origine dati ODBC. Aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

Fare clic sul pulsante Connessioni al database nella barra multifunzione di Gestione dati dinamici e selezionare Origine dati ODBC come tipo di database preferito. Si apre la finestra Proprietà collegamento nuovo database.

Per connettere manualmente un oggetto a un database tramite ODBC, procedere come segue:

Passo 1: Impostazione della connessione

Il gruppo Informazioni di connessione definisce le informazioni sul database.

  • Origine dati definisce l'origine dalla quale recuperare i dati.

  • Driver visualizza il driver di database in base all'origine dati selezionata.

Il gruppo Autenticazione include i campi del nome utente e della password per la connessione ODBC. L'autenticazione dell'utente è necessaria in alcuni casi, ad esempio se l'autenticazione SQL è necessaria quando si effettua la connessione a un server SQL.

  • Nome utente: immettere il nome utente corretto per accedere al database ODBC.

  • Password: immettere la password corretta per accedere al database ODBC.

Il pulsante Amministratore ODBC apre la finestra di dialogo di amministrazione ODBC. Ulteriori informazioni sulla finestra di dialogo sono disponibili qui.

Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso controlla se Desktop designer può connettersi con successo al database.

UUID-a156f562-3b57-d422-bfc4-aa36df9deabc.png

Fare clic su OK. Viene visualizzata la finestra delle proprietà del database.

UUID-5aaf2a99-ff43-3c29-83de-42aea90a196e.png

Passo 2: Selezione della tabella del database

Al termine, fare clic su OK.

Passo 3: Configurazione di tabelle e campi di database

Le informazioni su come configurare la tabella connessa sono disponibili qui.

Le informazioni su come configurare i campi di database sono disponibili qui.

Al termine, fare clic su OK.

Connessione a Fogli Google

È possibile utilizzare Fogli Google come origine dati dinamica per oggetti etichetta o oggetti modulo. Prima di impostare manualmente una connessione al database, aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente al progettista di etichette di gestire le origini dati variabili per gli oggetti etichetta e modulo.

Nota

La connessione a Fogli Google richiede l'autenticazione di Google. Non è possibile stampare da NiceLabel Automation, .NET API o Integrazioni Cloud.

  1. Fare clic sul pulsante Connessioni al database nel nastro Gestione dati dinamici e selezionare Fogli Google come tipo di database preferito.

    14_google_new1.png
  2. Si apre la finestra Proprietà collegamento nuovo database. Fare clic su Accedi.

    14_google_new2.png
  3. Il browser web si apre con le opzioni Accedi con Google.

    02_Sign_in.png

    Fare clic sull’account per accedere.

  4. Si apre una nuova finestra con le opzioni per accedere all’account Google. Selezionare entrambe le opzioni:

    • Visualizzare le informazioni sui file di Google Drive.

    • Visualizzare tutti i fogli di lavoro di Fogli Google.

    Quindi fare clic su Continua.

    03_enable_options.png
  5. I messaggi di conferma sulle connessioni riuscite vengono visualizzati nel browser e nel Desktop designer. Chiudere la finestra di conferma in Desktop designer.

    04_connection_successful_browser.png
    05_connection_successful_Designer.png
  6. Fare clic su Fogli di lavoro Google, quindi fare clic su OK.

    17_google_wizard_new_5.png

    Nell’elenco Foglio di calcolo, è possibile anche vedere i fogli condivisi con il proprio account. È possibile utilizzare i fogli condivisi allo stesso modo dei propri.

    Importante

    Se si condivide la propria etichetta con altri clienti, abilitare la condivisione dei Fogli Google in modo che altri clienti possano accedere con le loro credenziali.

    NiceLabel chiederà ad altri client di accedere a Google quando si aprono etichette/soluzioni.

    Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di prova della connessione. Esso indica se è stata stabilita con successo una connessione con il foglio di lavoro Google selezionato. Viene visualizzato un messaggio di conferma o di errore, a seconda dello stato della connessione.

  7. Il foglio di lavoro Google è ora connesso. Aggiungere la tabella/le tabelle che si vorrebbe utilizzare alle Tabelle selezionate.

    07_add_table.png
  8. Le colonne della tabella/delle tabelle selezionata(e) vengono visualizzate nell'elenco Origini dati dinamici. Fare clic su OK.

    08_coluns__finish.png

Ora è possibile collegare i dati dai Fogli Google agli oggetti etichetta.

Avvertimento

L'accesso a Google scade dopo 90 giorni. Dopo la scadenza dell’accesso, Desktop Designer chiederà di accedere con il proprio account Google.

Connessione a Excel (Microsoft OneDrive)

È possibile utilizzare fogli di lavoro Microsoft Excel archiviati in Microsoft OneDrive come origine dati dinamica per oggetti etichetta o oggetti modulo. Prima di impostare manualmente una connessione al database, aprire Gestione dati dinamici. Questa finestra di dialogo consente al progettista di etichette di gestire le origini dati variabili per gli oggetti etichetta e modulo.

Nota

La connessione a fogli di lavoro Excel (Microsoft OneDrive) richiede l'autenticazione Microsoft. Non è possibile stampare da NiceLabel Automation, .NET API o Integrazioni Cloud.

  1. Fare clic sul pulsante Connessioni al database nel nastro Gestione dati dinamici e selezionare Excel (Microsoft OneDrive) come tipo di database preferito.

    15_excel_new_1.png
  2. Si apre la finestra Proprietà collegamento nuovo database. Fare clic su Accedi con Microsoft.

    15_excel_new_2.png
  3. Il browser web si apre con le opzioni dell'account Microsoft.

    22_account.png

    Scegliere l’account che si collegherà al Microsoft OneDrive.

    Nota

    Alcune aziende hanno accesso limitato agli account OneDrive aziendali. In questo caso, si dovrà ottenere l'autorizzazione dell'amministratore per connettersi a Excel con il proprio account. Si apre la seguente finestra:

    29_admin_approval.png

    Se il rischio per la sicurezza è troppo elevato, è possibile utilizzare o creare un account Microsoft personale e utilizzare OneDrive da tale account.

  4. Permettere a NiceLabel Desktop Designer di accedere i dati OneDrive.

    23_allow.png
  5. I messaggi di conferma sulle connessioni riuscite vengono visualizzati nel browser e nel Desktop designer. Chiudere la finestra di conferma in Desktop designer.

    24_successful1.png
    25_successful2.png
  6. Fare clic su Fogli di lavoro Excel, quindi fare clic su OK.

    15_excel_new_4.png

    Importante

    Se si condivide la propria etichetta o soluzione con altri clienti, abilitare la condivisione dei fogli di lavoro Excel in OneDrive in modo che altri clienti possano accedere con le loro credenziali.

    Esistono due tipi di account Microsoft: account personali e account aziendali/di scuola. È possibile condividere solo fogli di lavoro dello stesso tipo di account. È possibile condividere fogli di calcolo da un account personale a un altro. È possibile condividere fogli di calcolo da un account lavorativo/scolastico a un altro, ma solo all'interno della stessa organizzazione (o di organizzazioni associate). Non è possibile condividere un foglio di lavoro tra account personali e scolastici/di lavoro o tra account di lavoro/scuola di organizzazioni diverse.

    NiceLabel chiederà ad altri client di accedere a Microsoft quando si aprono etichette/soluzioni.

    Nell’attuale Desktop Designer:

    • È possibile creare una nuova etichetta o soluzione solo con i file Excel (Microsoft OneDrive).

    • Non è possibile creare una nuova etichetta o soluzione solo con i file Excel (Microsoft OneDrive).

    • È possibile aprire e stampare etichette esistenti o soluzioni connesse ai file Excel (Microsoft OneDrive) condivisi.

    Nota

    Microsoft non supporta file .xls nell’edizione Excel OneDrive.

    Il pulsante Connessione di prova avvia una procedura di test della connessione Mostra se una connessione con il foglio di lavoro Excel selezionato è stata stabilita correttamente. Viene visualizzato un messaggio di conferma o di errore, a seconda dello stato della connessione.

  7. Il foglio di lavoro Excel è ora collegato alla soluzione di stampa. Aggiungere la tabella/le tabelle che si vorrebbe utilizzare alle Tabelle selezionate.

    27_add1.png
  8. Le colonne della tabella/delle tabelle selezionata(e) vengono visualizzate nell'elenco Origini dati dinamici. Fare clic su OK.

    28_add2.png

Ora è possibile collegare i dati da Excel (Microsoft OneDrive) agli oggetti etichetta.

Avvertimento

L'accesso a Microsoft scade dopo 90 giorni. Dopo la scadenza dell’accesso, Desktop Designer chiederà di accedere con il proprio account Microsoft.

Configurazione della tabella del database

Il gruppo Configurazione tabella consente di configurare la tabella del database collegata. Usare le schede seguenti per spostarsi tra le varie opzioni di configurazione.

  • Nome tabella: visualizza il nome della tabella del database selezionata.

  • Alias tabella: fornisce un nome di visualizzazione univoco a una tabella. L'alias della tabella è utile quando la stessa tabella viene aggiunta più di una volta con la stessa connessione al database. L'alias identifica queste tabelle quando vengono usate in Desktop designer.

UUID-5281cd96-792f-e45c-e041-f0df1d9173e5.png

Scheda Campi

Il riquadro Campi disponibili elenca i campi disponibili della tabella del database connesso. Selezionare i campi dall'elenco.

Campi selezionati visualizza i campi utilizzati come origine dati collegata.

I campi possono essere aggiunti o rimossi da Campi selezionati mediante i pulsanti Aggiungi > e < Rimuovi. Per usare l'intero intervallo di campi disponibili, servirsi dei pulsanti Aggiungi tutti >> e << Rimuovi tutti.

Aggiorna campi legge di nuovo la tabella del database connesso e visualizza i campi disponibili aggiornati.

Scheda Filtro

Il comando Attiva filtro attiva il filtro della tabella. Esso consente di filtrare i campi del database visualizzati in base alla definizione di una condizione o di un gruppo di condizioni.

Il pulsante Aggiungi condizione crea un filtro personalizzato. Selezionare i qualificatori standard: uguale a, non uguale a, inferiore a, inferiore o uguale a, maggiore di, maggiore di o uguale a, come, non come, vuoto, non vuoto.

Il pulsante Aggiungi gruppo attiva la nidificazione di due o più condizioni per un filtro. Usare un gruppo per costruire una condizione di filtro più complessa per un campo. Le condizioni possono essere unite mediante i qualificatori logici AND (per visualizzare il record, tutte le condizioni devono essere vere) o OR (per visualizzare il record, solo una condizione può essere vera).

L'elenco delle condizioni e dei gruppi definiti è disponibile al di sotto della tabella. Rimuovere i filtri facendo clic sul pulsante Rimuovi.

Scheda Ordinamento

La colonna Campo consente di decidere quale campo di una tabella va usato per ordinare i dati.

Ordinamento definisce se i record vengono visualizzati in ordine Crescente o Decrescente. Selezionare l'ordinamento dal menu a discesa.

Esempio 54. Esempio:

Nel database di esempio Pasta.xlsx, selezionare il campo Prod_desc con l'ordine Crescente. I dati appaiono ordinati per descrizione di prodotto e sono ordinati alfabeticamente dalla A alla Z.

UUID-7cd791fe-7540-7048-a283-8f47b640f991.png

Scheda Recupero dati

Il gruppo Selezione dati al nomento dell'inizializzazione della stampa definisce le opzioni di selezione dei record di stampa del database e di stampa.

  • Mostra selezione record al momento della stampa: consente di scegliere manualmente i record del database prima di stampare. Il contenuto dei record selezionati viene visualizzato negli oggetti dell'etichetta e stampato.

    Suggerimento

    Quando è attivata, questa opzione aggiunge una colonna di selezione alla tabella del database nella finestra di dialogo Stampa. Questa colonna consente di scegliere individualmente i record da stampare.

  • Stampa predefinita: definisce quali record del database devono essere selezionati nella finestra di dialogo Stampa per impostazione predefinita.

    • Tutti i record: stampa l'intero intervallo dei record selezionati.

    • Primo record: stampa solo il primo record di una tabella.

    • Ultimo record: stampa solo l'ultimo record di una tabella.

Il gruppo Numero di copie per record imposta le quantità di stampa per i singoli record di database.

  • Copie per record: definisce quante etichette dovrebbero venire stampate per ciascun singolo record di database.

  • Numero di copie modificabili al momento della stampa: consente di impostare il numero di copie di etichette stampate per un unico record di database immediatamente prima di stampare.

Suggerimento

Quando è attivata, questa opzione aggiunge una colonna alla tabella del database nel modulo di stampa. Questa colonna aggiunge impostazioni singole della quantità di stampa per il record selezionato.

Il gruppo Opzioni avanzate consente di impostare come devono venire visualizzati record di database multipli.

  • Raccogli record: visualizza il contenuto di più record in un unico oggetto.

    • Delimitatore: definisce quale carattere deve separare i valori dei record di database quando vengono visualizzati in un oggetto.

  • Limita numero di record raccolti: consente il numero massimo di record visualizzati in un unico oggetto.

    • Record: imposta il numero massimo di record di database da visualizzare in un oggetto.

    • Estendi più etichette: visualizza i record raccolti in un oggetto nella prima etichetta e continua a visualizzare i record raccolti che continuano nelle etichette successive del processo di stampa.

      Esempio 55. Esempio:

      per impostazione predefinita, Desktop designer stampa un'etichetta per ciascun record di database.

      1. Con il database Pasta.xlsx collegato, il risultato è:

        UUID-36b63c02-0558-6df4-02ac-cede5f871d50.png
      2. Con l'opzione Raccogli record attivata (3 record), il risultato è:

        UUID-802016e8-fe0c-8327-8a4e-14965d1dca38.png

        Notare che tutte le etichette stampate contengono gli stessi dati della tabella raccolta (i dati delle prime 3 righe) e verrà stampato un numero infinito di etichette per impostazione, l'opzione (Stampa tutte le etichette (illimitato) è selezionata). Per limitare il numero di etichette, immettere il numero di etichette stampate.

      3. Con l'opzione Raccogli record (3 record) attivata e l'opzione Estendi più etichette attivata, il risultato è:

        UUID-3c191a48-fefd-98db-8926-cfb2ea1281b5.png

        Con i 3 record raccolti definiti, tutte le etichette vengono stampate con il contenuto dei 3 record raccolti. Ciascuna etichetta include i dati di questi tre record: se l'opzione Stampa tutte le etichette (illimitato) è attivata, tutti i record di database vengono stampati in base all'ordinamento nella tabella.


  • Usa lo stesso record per l'intero lavoro di stampa: stampa l'unico record selezionato sull'intera gamma di etichette in un processo di stampa.

Scheda SQL

La scheda SQL visualizza le istruzioni SQL correnti utilizzate con il database collegato. I comandi delle istruzioni SQL determinano come ottenere i dati dal database (campo, filtri, ordinamento dati). La frase SQL visualizzata viene generata automaticamente.

Per impostazione predefinita, l'istruzione SQL è di sola lettura. Desktop designer consente anche di modificare o scrivere una frase personalizzata.

  • Modifica SQL: converte l'oggetto tabella in un oggetto query. Questo pulsante consente di definire tabelle personalizzate basate su query SQL.

    Nota

    Questa opzione è rivolta solo a utenti esperti. Se si commette un errore e si crea un'istruzione SQL non valida, i risultati della query diventano imprevedibili. Nessun dato sarà restituito dal database oppure la connessione al database diventerà impossibile.

  • Esporta: salva l'istruzione SQL corrente come file SQL su un disco.

  • Importa: consente di usare le istruzioni SQL con il database corrente.

Scheda Dati

La scheda Dati visualizza la tabella del file di database connesso. Usare il campo di ricerca e il selettore di campi per trovare i record.

Configurazione del campo del database

Il gruppo Dettagli consente di definire le proprietà del campo di database connesso. Impostare queste proprietà per rendere l'uso di un database il più semplice ed efficiente possibile.

UUID-9a971d8d-a209-b70f-494c-f7a9de36e69c.png
  • Nome del campo: viene definito automaticamente dal file del database di origine.

  • Alias campo: fornisce un nome di visualizzazione univoco a un campo.

Avvertimento

Quando si usa Python o VBScript, utilizzare i nomi di alias di campo contenenti solo caratteri alfanumerici e di sottolineatura. I nomi non devono iniziare con una cifra.

  • Tipo: identifica il tipo di dati di un campo di database. Questa proprietà dipende dal campo di database connesso e non può essere modificata.

  • Lunghezza: (non disponibile per File di testo) visualizza la lunghezza del campo definita dal database.

  • Tabella codice: fornisce supporto per i set di caratteri usati in Paesi o regioni diversi. Le tabelle codici sono definite per numero: selezionare quello appropriato nell'elenco a discesa.

Il gruppo Dati imposta le limitazioni di lunghezza del campo di database.

  • Lunghezza campo limite (tronca il contenuto in eccesso): consente la limitazione massima della lunghezza di campo. I caratteri in eccesso vengono rimossi.

    • Lunghezza (caratteri): definisce la lunghezza massima del campo mediante il numero di caratteri consentito.

  • Valore provvisorio definisce un valore di variabile segnaposto in un oggetto durante la progettazione di etichette o moduli. In un oggetto etichette, il valore provvisorio viene sostituito dal valore reale della variabile al momento della stampa. In un oggetto modulo, il valore variabile reale appare quando il modulo viene eseguito.

    Suggerimento

    Nei caso dei database connessi, il valore del primo record viene considerato un valore provvisorio.

Il gruppo Dati di output consente di memorizzare il contenuto del record di database e utilizzarlo nelle azioni.

Nota

I dati di output possono essere assegnati a una variabile con i seguenti oggetti modulo: I dati di output possono essere assegnati a una variabile con i seguenti oggetti modulo: Campo di modifica, Campo memo, Casella combinata, Casella di riepilogo e Gruppo pulsanti opzione.

  • Imposta valore su variabile: definisce la variabile di output che memorizza il valore copiato dalla variabile del database.

Esempio 56. Esempio:

La variabile di output è utile nei seguenti casi:

  • Alcune azioni nelle soluzioni vengono attivate quando il contenuto del database cambia. Il valore modificato viene memorizzato nella variabile del database. Poiché il valore della variabile del database non può essere usato direttamente per impostare l'azione, usare la variabile di output. Spesso questa variabile otterrà e memorizzerà il valore modificato e attiverà l'azione dopo che il suo valore sarà cambiato.

  • Le modifiche ai campi del database si riflettono direttamente nel database connesso. Usare la variabile di output per ritardare gli aggiornamenti del database.

  • In alcuni casi, gli aggiornamenti del database vengono eseguiti mediante un'istruzione SQL personalizzata. Sempre in questo caso, gli aggiornamenti vengono eseguiti utilizzando la variabile di output.


Database con query SQL personalizzate

Desktop designer consente di definire tabelle personalizzate basate su query SQL. Per creare una query SQL personalizzata sono disponibili due metodi:

  1. Creare una nuova query SQL.

    Passare a Gestione dati dinamici > Tabelle di Connessione al database e fare clic su Crea nuova query nel campo Tabelle disponibili.

  2. Convertire una tabella di database esistente in un oggetto query.

    Passare a Gestione dati dinamici > Configurazione tabella > Scheda SQL e fare clic sul pulsante Modifica SQL. Così facendo, il database connesso viene convertito in un oggetto Query.

Nota

Questa opzione è rivolta solo a utenti esperti. Se si commette un errore e si crea un'istruzione SQL non valida, i risultati della query diventano imprevedibili. Nessun dato sarà restituito dal database oppure la connessione al database diventerà impossibile.

Nota

Questa opzione non è disponibile per i file di database di testo.

Inserire una query personalizzata nel campo di modifica. Al termine, fare clic su OK.

Nota

Il campo dell'istruzione SQL non va lasciato vuoto. Se si tenta di continuare senza definire l'istruzione, viene visualizzato un errore.

Configurazione della connessione al database

Le connessioni al database esistente possono essere configurate in qualsiasi momento. Per aggiungere o rimuovere tabelle da un file di database connesso, aprire Gestione dati dinamici e fare doppio clic sul database in Data Source Explorer.

Il gruppo Connessione al database fornisce informazioni sul database di connessioni.

  • Nome connessione: definisce il nome del file di database connesso.

  • Descrizione: consente di aggiungere ulteriori informazioni e suggerimenti per il database connesso.

  • Connessione: identifica il file di database connesso correntemente. Per sostituire il file connesso correntemente, fare clic sul pulsante Impostazione connessione. Viene visualizzata di nuovo la finestra Proprietà collegamento nuovo database. Ripetere il passo 1 per connettersi a un file di database alternativo.

Nota

È possibile aggiungere la stessa tabella di database più di una volta, se sono necessarie più operazioni di filtro o ordinamento.

Uso della Procedura guidata struttura file di testo

Un "vero" database deve contenere dati strutturati. I database di testo mancano di una struttura dati, il che significa che la struttura deve essere definita prima che un file di testo possa essere utilizzato come origine dati. Definire la struttura mediante la Procedura guidata struttura file di testo.

Nota

La procedura guidata per la struttura del file di testo si apre se un file di testo a cui ci si connette non è stato precedentemente utilizzato come origine dati dell'oggetto.

Per completare la Procedura guidata struttura file di testo, procedere come segue.

Passo 1: Benvenuto

La finestra di benvenuto visualizza il file di testo da convertire in un database e lo usa come origine dati di un oggetto. Assicurarsi che in File di testo selezionato sia visualizzato il file di testo corretto.

Fare clic su Avanti.

Passo 2: Codifica dei dati

Questo passo imposta il tipo di Codifica. Sono disponibili i tipi seguenti:

  • Auto

  • ASCII

  • UTF-8

  • UTF-16

  • UTF-16BE

In caso di dubbi sulla codifica da usare, selezionare Automatico per il rilevamento automatico del tipo di codifica. Automatico identifica il tipo di codifica leggendo il carattere Unicode BOM. Se BOM non è incluso o non è interpretato correttamente, Automatico presuppone che il testo utilizzi la codifica ASCII.

L'identificazione errata del tipo di caratteri potrebbe provocare la visualizzazione errata della struttura del database.

Nota

Mentre si seleziona il tipo di codifica, controllare il campo di anteprima. Devono essere visualizzati i valori corretti.

Fare clic su Avanti.

Passo 3: Struttura dati

Questo passo definisce i campi da usare nel database di testo. Sono disponibili due opzioni.

  • Delimitato: i campi sono separati da un delimitatore.

  • Larghezza fissa: campi di lunghezza predefinita (fissa).

  • La prima riga contiene i nomi di campo: definisce se i nomi dei campi sono inclusi nella prima riga del file del database.

    • Avvia importazione nella riga definisce la riga nel file del database dalla quale ha inizio l'importazione dei dati. Questa opzione consente di ignorare le righe che non includono dati.

Controllare il campo di anteprima. Se il contenuto del testo viene visualizzato correttamente, fare clic su Avanti.

Passo 4: Impostazione delle interruzioni di colonna

Questo passo dipende dall'opzione di struttura di dati selezionata in precedenza: Delimitato o Larghezza fissa.

Delimitato apre la finestra Delimitatore campi.

  • Delimitatore: definisce il carattere di delimitazione. Selezionare i caratteri standard o inserire un delimitatore personalizzato nel campo Altro.

  • Qualificatore di testo: un carattere che indica il contenuto testuale. Il qualificatore di testo va usato se un delimitatore fa parte del contenuto del campo di testo. Il qualificatore di testo va usato per racchiudere tale campo: il testo tra due qualificatori viene trattato come un unico campo, anche se contiene un delimitatore.

Larghezza fissa apre la finestra Imposta interruzioni colonna. Usare il puntatore del mouse per inserire le linee verticali dove saranno separati i campi di dati. Le linee indicano l'inizio dei nuovi campi.

Fare clic su Avanti.

Passo 5: Campi

La finestra Campi consente di manipolare e rilevare i nomi dei campi e l'ordine in cui sono visualizzati. Sono disponibili anche le impostazioni di seguito elencate:

  • Nel caso dei campi Delimitato, è possibile personalizzare il valore di Nome campo.

  • Con i campi Larghezza fissa, sono consentite le seguenti impostazioni:

    • Includi: include un campo nella selezione.

    • Nome campo: nome personalizzato per il campo.

    • Offset: distanza della linea di separazione dal bordo sinistro della tabella.

    • Lunghezza: lunghezza del campo.

Fare clic su Fine. La struttura del database di file di testo è impostata.

Configurazione della connessione al database per i file di testo

Nome connessione definisce il nome del file di database connesso. Per impostazione predefinita, visualizza il nome di file del file connesso. Inserire un nuovo nome per semplificarne il rilevamento in Desktop designer Dynamic Data Explorer.

Descrizione: è un campo che consente di aggiungere ulteriori informazioni e suggerimenti per il database connesso.

Connessione: identifica il file di database connesso correntemente. Per sostituire il file connesso correntemente, fare clic sul pulsante Impostazione connessione. Viene visualizzata di nuovo la finestra Proprietà collegamento nuovo database. Ripetere il passo 1 per connettersi a un file di database alternativo.

Scheda Campi

Il riquadro Campi disponibili elenca i campi disponibili del file di database connesso. Selezionare i campi nell'elenco.

Campi selezionati visualizza i campi (colonne) da usare come origine dati.

I campi possono essere aggiunti o rimossi da Campi selezionati mediante i pulsanti Aggiungi > e < Rimuovi. Per usare l'intero intervallo di campi di tabella disponibili (colonne), servirsi dei pulsanti Aggiungi tutti >> e << Rimuovi tutti.

Definisci campi apre la Procedura guidata struttura file di testo. Questa procedura guidata definisce i campi di database del file di testo.

Nota

(Ri)definire i campi diventa necessario quando i campi vengono modificati oppure quando la struttura del campo viene modificata (inserimento di una colonna, eliminazione di un record, ecc.).

Aggiorna campi legge di nuovo il file di database connesso e visualizza i campi disponibili aggiornati.

Scheda Recupero dati

Il gruppo Selezione dati al nomento dell'inizializzazione della stampa definisce le opzioni di selezione dei record di stampa del database e di stampa.

  • Mostra selezione record al momento della stampa: consente di selezionare manualmente i record del database prima di stampare. Il contenuto dei record selezionati viene visualizzato negli oggetti dell'etichetta e stampato. Quando è attivata, questa opzione aggiunge una colonna di selezione alla tabella del database. Questa colonna consente di scegliere individualmente i record da stampare.

  • Stampa predefinita definisce quanti record di database devono essere stampati per impostazione predefinita.

    • Tutti i record stampa l'intero intervallo dei record selezionati.

    • Primo record stampa solo il primo record di una tabella.

    • Ultimo record stampa solo l'ultimo record di una tabella.

Numero di copie per record imposta le quantità di stampa per i singoli record di database.

  • Copie per record definisce quante etichette dovrebbero venire stampate per ciascun singolo record. Il valore può essere impostato manualmente o dinamicamente mediante un'origine dati.

  • L'opzione Numero di copie modificabili al momento della stampa consente di impostare il numero di copie di etichette stampate per un unico record di database. Quando è attivata, questa opzione aggiunge una colonna alla tabella del database. Questa colonna aggiunge l'impostazione singola della quantità di stampa per il record selezionato.

Opzioni avanzate consente di impostare come vengono visualizzati i record multipli.

  • Raccogli record visualizza il contenuto di più record in un unico oggetto.

    • Delimitatore definisce il modo in cui i record vengono separati quando sono visualizzati in un oggetto. Impostare Nuova riga (CR/LF) o selezionare un carattere speciale nell'elenco.

  • Limita numero di record raccolti consente il numero massimo di record visualizzati in un unico oggetto.

    • Record imposta il numero massimo di record da visualizzare in un oggetto.

    • Estendi più etichette consente di visualizzare i recorda da visualizzare in un oggetto su più etichette.

  • Usa lo stesso record per l'intero lavoro di stampa stampa solo il record selezionato.

Scheda Dati

La scheda Dati fornisce un'anteprima del file di database connesso. Essa consente di filtrare i campi ed eseguire la ricerca dei record.

Nota

Nell'anteprima sono visualizzate fino a 1000 righe.