Le finestre di dialogo Proprietà documento e Gestione

Official translation unavailable. Translate this page with Google:

Designer mettono a disposizione più finestre di dialogo che consentono di configurare e gestire il documento attivo e le origini dati collegate. Per istruzioni dettagliate, leggere gli argomenti elencati di seguito:

Proprietà etichetta

L'editor Proprietà etichetta seleziona la stampante, imposta le dimensioni dell'etichetta e definisce le proprietà della carta usata per stampare.

Le impostazioni delle proprietà etichetta sono elencate di seguito e appaiono come schede di finestre di dialogo:

Proprietà etichetta

Descrizione

Stampante

Seleziona la stampante preferita.

Dimensioni etichetta

Definisce l'unità di misura e le dimensioni dell'etichetta.

Carta

Definisce le proprietà della carta per stampante.

Stock

Seleziona il tipo di stock.

Stile

Definisce i parametri dello stile dell'etichetta.

Stampa batch

Definisce i dettagli della stampa raggruppata di etichette.

Taglierino

Consente di tagliare il rotolo di etichette durante o dopo la procedura di stampa.

Info

Inserisce la descrizione dell'etichetta.

UUID-6680b152-3850-1c58-f9e5-cc4a52ca3e6d.png

Suggerimento

Per aprire l'editor Proprietà etichetta, fare doppio clic sulla superficie del progetto.

Proprietà modulo

La finestra di dialogo Proprietà modulo consente di definire le varie proprietà di un modulo.

Suggerimento

Per aprire la finestra di dialogo Proprietà modulo, fare doppio clic sulla superficie del progetto.

UUID-881f8236-cca7-0783-c9db-dbd9ad4e90f9.png

Le impostazioni sono disponibili nei pannelli della finestra di dialogo elencata qui di seguito.

Proprietà modulo

Descrizione

Impostazioni di base

Definisce il titolo del modulo, le dimensioni, lo stato iniziale e la posizione di avvio del modulo.

Impostazioni aggiuntive

Seleziona il linguaggio di script del modulo.

Stile

Definisce il colore e l'immagine di sfondo del modulo. Consente di incorporare l'immagine e di salvarla come file esterno.

Ordine schede

Definisce l'ordine di spostamento dello stato attivo tra gli oggetti modulo.

Guida F1

Contiene il testo della guida del modulo, il quale diventa visibile all'utente dopo aver premuto F1 quando il modulo è in esecuzione.

Eventi

Definisce gli eventi che si verificano dopo che il modulo viene caricato e chiuso e dopo che è trascorso un intervallo di tempo specificato.

Eventi variabile

Seleziona le variabili che vengono monitorate per osservare eventuali modifiche ai loro valori.

Dati porta seriale

Aggiunge una variabile che memorizza i dati ricevuti tramite la porta seriale.

Info

Definisce il contenuto che funge da suggerimento o guida per l'utente del modulo.

Gestione dati dinamici

Gestione dati dinamici è una finestra di dialogo che consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

Gli oggetti etichetta e modulo possono essere collegati a più variabili, funzioni e database.

Per aprire la finestra di dialogo, fare clic sul pulsante Gestione dati dinamici nel nastro di Designer.

UUID-d77f9c79-85ee-d6c5-18c0-4b7656d88d94.png

Ulteriori informazioni su come definire le origini dati sono disponibili nelle sezioni seguenti:

Nastro Gestione dati dinamici

Usare i comandi del nastro Gestione dati dinamici per gestire in modo efficiente le origini dati. Se si desidera eliminare, copiare o tagliare/incollare le origini dati, usare sempre i comandi del nastro Gestione dati dinamici.

Il nastro Gestione dati dinamici consiste nei seguenti gruppi funzionali:

Il gruppo Generale consente di accedere alle seguenti azioni:

  • Annulla: annulla l'intera sequenza di azioni dall'ultimo salvataggio del file. L'intervallo di azioni può essere selezionato nell'elenco a discesa.

  • Ripeti: ripete l'intervallo di azioni richieste. L'intervallo di azioni può essere selezionato nell'elenco a discesa.

  • Copia: copia l'origine dati selezionata negli Appunti.

  • Taglia: taglia l'origine dati selezionata negli Appunti.

  • Incolla: incolla i dati degli Appunti.

  • Elimina: elimina l'origine dati selezionata.

Il gruppo Aggiungi consente di accedere alle origini dati dinamici:

  • Aggiungi nuova variabile: consente di definire più tipi di variabili.

  • Variabili interne: aggiunge le variabili relative al sistema e all'utente. Il loro ruolo consiste nell'identificare l'etichetta o il modulo, il nome di sistema, l'utente o un numero di versione del file.

  • Il pulsante Aggiungi nuova funzione: apre l'elenco di funzioni disponibili. Selezionare la funzione appropriata per iniziare a modificarla.

  • Il pulsante Connessioni al database: apre l'elenco di tipi di database supportati. Si apre la finestra di dialogoProprietà collegamento nuovo database.

Il gruppo Database guidato passo-passo costituisce il punto di ingresso per le procedure guidate del database:

Il gruppo Variabili consente di accedere alla finestra di dialogo Ordine. Questa finestra di dialogo definisce l'ordine in cui le variabili vengono richieste al momento della stampa.

Il gruppo Importa ed esporta consente di importare o esportare il modello di dati usato in un documento NiceLabel 10.

  • Importa origini dati: consente di importare le origini dati da un file di etichetta o soluzione esterno.

  • Esporta variabili: consente di esportare le variabili da un file di etichetta o soluzione esistente in un file .NLVR.

Importa origini dati

Il modello di dati include tutte le origini dati e le relative relazioni che fanno parte di file di etichetta o soluzione. Importare un modello di dati significa che è possibile importare le origini dati esterne in un'etichetta o in un file di soluzione esistente. Queste origini dati importate possono essere successivamente usate come contenuto dinamico per gli oggetti etichetta o modulo.

La possibilità di importare origini dati aiuta a mantenere uniformi e coerenti le origini dati nelle etichette e soluzioni. Se si dispone di una gamma standard di origini dati, è possibile condividere tali origini dati in tutta l'azienda con i progettisti di etichette. I progettisti di etichette importano le origini dati condivise, il che assicura che i modelli di etichette siano dotati delle variabili, delle funzioni e dei database pertinenti.

Nota

L'importazione di origini dati che condividono lo stesso nome con le origini dati esistenti causa conflitti.

Quando si importano origini dati con lo stesso nome, è possibile:

  • Sovrascrivere le fonti di dati esistenti con quelle importate.

  • Unire le origini dati. Unisce le origini dati (dello stesso tipo). Quando l’unione non è possibile (per esempio, una variabile di testo e una variabile di data con lo stesso nome), NiceLabel 10 mantiene entrambe le origini dati e rinomina quelle importate (per esempio, Variabile e Variabile_1). Le definizioni delle variabili migliorate, delle funzioni o dei database importati prevalgono sui valori delle variabili, funzioni o database esistenti.

Per importare un modello dati, passare al gruppo del nastro Gestione > elenco a discesa Dynamic Data Manager e fare clic su Importa origini dati.

Opzioni di importazione: consente di importare modelli di dati usando formati di file multipli. Possono essere un file di etichetta o soluzione completo oppure un file di esportazione variabile NiceLabel separato (estensione .NLVR):

  • Il file di soluzione (*.nsln) importa le origini dati da un file di soluzione NiceLabel.

  • Il file di etichetta (*.nlbl) importa le origini dati da un file di etichetta NiceLabel.

  • Il file di etichetta (V6) (*.lbl) importa le origini dati da un vecchio file di etichetta V6 NiceLabel.

  • Il file di modulo XFF (*.xff) importa le origini dati da un vecchio file di soluzione V6 NiceLabel.

  • Il file di esportazione di variabili (*.nlvr) importa le origini dati da un file di esportazione di variabile di NiceLabel 10 .

  • File Oracle WMS (*.xml) importa le variabili dai file esterni di Oracle WMS. Si tratta dei file XML generati dal sistema Oracle Warehouse Management che include le istruzioni per il software di stampa di etichette di terze parti.

Suggerimento

Il file di esportazione di variabili è descritto nella sezione Definizione del file di esportazione delle variabili.

Esporta variabili

Le variabili di un file di etichetta o soluzione esistente possono essere riutilizzati in un altro documento. L'opzione Esporta variabili consente di esportare tutte le variabili in un file di esportazione di variabili (estensione .NLVR). Ciò rende le variabili riutilizzabili in qualsiasi altro documento NiceLabel 10.

Suggerimento

Le variabili esportate possono essere incluse in un'altra etichetta o soluzione NiceLabel usando l'opzione Importa origini dati.

Per esportare le variabili, passare a Gestione dati dinamici > gruppo Importa ed esporta e fare clic su Esporta variabili.

Nota

Possono essere esportate solo variabili senza riferimenti ad altre origini dati. Ciascuna esportazione finisce con un report contenente un elenco di variabili esportate e non esportate dal file. Il motivo del potenziale fallimento dell'esportazione della variabile è sempre incluso nel report.

Il file di definizione dell'esportazione della variabile (.NLVR) è disponibile nella sezione Definizione del file di esportazione delle variabili.

Dynamic Data Explorer

Dynamic Data Explorer svolge due ruoli. Funge da scelta rapida per l'aggiunta di nuove variabili, funzioni e origini dati e fornisce una panoramica sulle origini dati in uso.

Per alternare tra le due funzionalità di esplorazione, fare clic sulla scheda appropriata:

  • La scheda Dati dinamici attiva Dynamic Data Explorer.

  • La scheda Solution Explorer attiva Solution Explorer.

  • Aggiungi nuova variabile: aggiunge una variabile alle origini dati etichetta o modulo. Sono disponibili quattro tipi di variabili predefinite. I loro valori sono definiti mediante le finestre di dialogo descritte nelle sezioni dedicate

    • Variabile: un tipo di variabile che ottiene il valore quando un’etichetta o un modulo viene stampato.

    • Data corrente: visualizza la data corrente nel formato desiderato.

    • Ora corrente: visualizza l'ora corrente nel formato desiderato.

    • Contatore: visualizza un valore di contatore.

  • Nuova funzione: aggiunge una nuova funzione che funge da origine dati dinamici.

  • Procedura guidata database: avvia la procedura guidata che aggiunge un nuovo database in un processo guidato.

  • Variabili Internet: visualizza l'elenco di variabili interne disponibili.

  • Tag RFID: se si lavora con una stampante compatibile RFID è possibile aggiungere direttamente il contenuto codificato nel tag RFID all'etichetta come oggetti Testo, Casella di testo o Codice a barre.