La traduzione ufficiale non è disponibile. Usa Google per la traduzione:

Designer usa un'interfaccia basata su Windows standard.

I segmenti dell'interfaccia della sezione superiore di Designer sono descritti qui di seguito.

Tabulazioni

Schede rappresenta i sottoinsiemi di funzionalità di Designer. Le schede contengono i comandi correlati che sono disponibili per l'utente in modo organizzato: raggruppati ed etichettati:

  • File (sfondo): apre il modulo di stampa e il pannello di gestione dei documenti.

  • Pagina iniziale: mette a disposizione i comandi usati più di frequente, come Copia/Incolla, Stampa e i comandi di stile.

  • Dati: mette a disposizione i dati correlati all'origine dati.

  • Visualizza: consente di controllare strumenti di layout, opzioni di zoom e visibilità dei marcatori di elementi.

  • Soluzione: consente di aggiungere nuove etichette e moduli, inizia a stampare le azioni e consente di importare ed esportare file di etichetta.

  • Schede contestuali: appaiono dopo aver fatto clic su un oggetto. Consentono di definire impostazioni specifiche dell'oggetto. Il tipo di schede contestuali si adatta all'oggetto selezionato.

  • Guida: oltre a consentire di accedere alla Guida tramite F1, questa scheda conduce a numerose e utili risorse che consentono di usare Designer in modo più facile ed efficiente.

Barra multifunzione

La barra multifunzione è un'area rettangolare che si estende nella parte superiore di una finestra dell'applicazione. I comandi correlati sono suddivisi in gruppi di barre multifunzione. La barra multifunzione cambia a seconda della scheda selezionata e si adatta agli strumenti usati correntemente mediante le schede contestuali.

Le seguenti finestre di dialogo di Designer dispongono di una barra multifunzione dedicata:

UUID-f0bd5cd1-e501-023d-f68c-534c032c4a6c.png
UUID-85eeffeb-7f0a-331a-b5c7-211d56720958.png
UUID-7520c74d-7a07-276f-5d3c-b16ce70b796b.png

Scheda File

UUID-61f71f62-1be5-b999-0e3f-e2ec2b1bd5f4.png

La scheda File è un pannello di gestione di documenti. Sono disponibili le seguenti opzioni:

  • Inizio: consente di accedere alla pagina di destinazione di Designer.

  • Nuovo: crea una nuova etichetta autonoma o una soluzione completa.

  • Apri: consente di aprire i file dell'etichetta e della soluzione esistenti.

  • Importa: consente di importare i file di etichetta da software di etichettatura non prodotti da NiceLabel.

  • Salva: salva l'etichetta o la soluzione attiva.

  • Salva con nome consente di salvare il file dell'etichetta o della soluzione attiva definendone il nome e la posizione.

  • Stampa: apre il modulo di stampa.

  • Memorizza:  memorizza come modello l'etichetta corrente sulla stampante da usare in modalità Memorizza/richiama.

  • Protezione impedisce di apportare modifiche all'etichetta o alla soluzione.

  • Chiudi: chiude il documento Designer corrente.

    Suggerimento

    Questa nota è applicabile se l'opzione Apri o crea documenti in nuove istanze è attivata.

    Se un documento viene chiuso mentre un altro documento è già aperto, viene chiusa anche la relativa istanza (finestra NiceLabel 10).

  • Opzioni: apre la finestra di dialogo per configurare le impostazioni predefinite del programma.

  • Informazioni su: fornisce informazioni sulla licenza e la versione del software.

  • Esci: chiude l'applicazione.

Inizio

Il pannello Inizio consente di accedere alla Designer pagina di destinazione dell'applicazione. Consente di creare o aprire documenti, accedere ai file aperti di recente, visualizzare un'anteprima dei file e scoprire ulteriori informazioni su Designer.

Nuovo

Nuova etichetta crea una nuova etichetta autonoma. Dopo aver fatto clic su questo pulsante si apre Impostazione guidata nuova etichetta.

Nuova soluzione crea una soluzione completa, tra cui (più) etichette e moduli di stampa. Dopo aver fatto clic su questa opzione si apre il progettista di soluzioni.

Novità dai modelli di campioni crea un documento in base alla selezione di modelli standard del settore.

Nota

L'aggiunta di nuove etichette o moduli è disponibile anche in Solution explorer. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Solution explorer.

Suggerimento

Le nuove etichette o soluzioni possono essere aperte in due modi. È possibile aprire ciascun documento aggiuntivo in un'istanza (finestra) separata di Designer. Un modo alternativo consente di aprire documenti all'interno dell'istanza già aperta di . Per selezionare il modo più idoneo, passare a File > Opzioni > Designer.

Suggerimento

Quando si crea una nuova etichetta in base a un modello di esempio, Designer crea una nuova cartella all'interno della cartella Solutions. La nuova cartella creata prende il nome dell'esempio. Essa si trova in: C:\Users\username\Documents\NiceLabel\Solutions\newly created folder

Aperto

La finestra di dialogo Apri consente di aprire i file delle etichette e delle soluzioni esistenti.

Sfoglia consente di selezionare i file delle etichette o delle soluzioni sulle unità di rete locali o connesse.

Documento di archiviazione apre la posizione di archiviazione dei documenti del NiceLabel Control Center connesso.

Il campo File recenti elenca i file più recenti che sono stati modificati. Fare clic su un file qualsiasi per aprirlo.

Scheda Importa

Importa consente di importare i file in una soluzione. I formati di file supportati sono:

  • File di soluzione (.nsln)

  • File di etichetta (.nlbl)

  • File di etichetta (V6) (.lbl)

  • File di modulo (V6) (.xff)

Quando viene inviato un comando di importazione si apre la finestra di dialogo Apri. Selezionare il file da importare. Il file importato diventa visibile in Solution Manager.

Nota

I file di etichetta .lbl e di modulo .xff sono vecchi tipi di file NiceLabel utilizzati con la versione 6 e le versioni precedenti.

Salva

Il pannello Salva salva l'etichetta o la soluzione attiva usando lo stesso nome di file usato per aprirla.

Nota

Se un file è stato aperto per la prima volta, Salva indirizza l'utente a Salva con nomenella scheda File.

Salva con nome

Salva con nome consente di salvare il file dell'etichetta o della soluzione attiva definendone il nome e la posizione.

Il campo Cartelle recenti elenca le cartelle che erano state usate di recente per salvare i file dell'etichetta o della soluzione.

Stampa

Stampa apre il riquadro di stampa. In Designer, il riquadro di stampa ospita un modulo di stampa predefinito potente e personalizzato.

Le opzioni di stampa di moduli personalizzati sono descritte qui.

Modalità di stampa Memorizza/richiama

La modalità di stampa Memorizza/richiama consente di velocizzare il processo di stampa. Essa aumenta la risposta della stampante riducendo la quantità di dati che devono essere inviati durante le attività di stampa ripetitive.

Nota

L'opzione Memorizza diventa visibile nella scheda File, se è attivata nel pannello della stampante Proprietà etichetta e supportata dalla stampante selezionata correntemente.

Con la modalità Memorizza/richiama attivata, non deve reinviare i dati dell'etichetta completi per ciascuna stampata. Al contrario, le etichette predefinite (modelli) e gli elementi interni della stampante (grafica, caratteri) sono memorizzati nella memoria della stampante e invia solo i comandi di richiamo che rendono il contenuto dell'etichetta durante il processo di stampa. Normalmente, alla stampante vengono inviati alcuni byte di dati invece di pochi kilobyte, come nel caso della stampa normale.

L'azione consiste in due processi:

  • Memorizza etichetta. Durante questo processo, crea una descrizione del modello di etichetta formattato nel linguaggio di comando della stampante selezionata. Al termine, invia alla memoria della stampante il file di comando creato e lo memorizza.

  • Richiama etichetta. Viene stampata immediatamente un'etichetta archiviata nella memoria della stampante. Usando il processo di richiamo, crea un altro file di comando per indicare alla stampante l'etichetta da stampare presente in memoria. Il comando Richiama etichetta occupa solo alcuni byte di dati. La quantità effettiva di dati dipende dalla situazione corrente. Per le etichette fisse senza contenuto variabile, il file di comando di richiamata contiene solo il comando dell'etichetta di richiamata. Per le etichette variabili che contengono campi variabili, il file di comando include i valori relativi a tali variabili e il comando dell'etichetta di richiamo.

Nota

Prima di attivare questa modalità, assicurarsi che per la stampante di etichette sia selezionato il driver stampante appropriato. Non tutte le stampanti di etichette hanno la capacità di usare la modalità Memorizza/richiama.

Per attivare la modalità di stampa Memorizza/richiama, procedere come segue:

  1. Fare doppio clic sulla superficie di progettazione dell'etichetta. Viene visualizzata la finestra di dialogo Proprietà etichetta.

  2. Per attivare la modalità, selezionare Usa modalità di stampa memoria/richiamo nella scheda Stampante. Fare clic su OK.

  3. Definire il(i) modello(i) di etichetta. Tutti gli oggetti etichetta con contenuto variabile devono essere formattati come elementi interni della stampante:

    • Il contenuto dell'oggetto testo deve utilizzare solo caratteri interni della stampante (non Truetype!).

    • Usare i codici a barre interni della stampante negli oggetti codici a barre.

    • Se si usano oggetti variabili con caratteri Truetype, immagini di variabili o campi di database, i valori predefiniti vengono inviati alla stampante durante il processo di memorizzazione dell'etichetta.

  4. Fare clic su File > Memorizza. Assicurarsi che Memorizza variante punti alla posizione di memoria corretta nella stampante.

    Fare clic su File > Memorizza. Assicurarsi che Posizione memoria stampante punti alla posizione di memoria corretta nella stampante.

  5. Inserire o selezionare i valori relativi agli oggetti variabile che non sono formattati come oggetti interni della stampante. A queste variabili sarà assegnato lo stesso valore su ciascuna etichetta. Esse si comporteranno come oggetti con valori fissi.

  6. Fare clic su Memorizza sulla stampante per creare il file di comando con la descrizione del modello di etichetta e per inviarlo alla stampante.

  7. Inserire i valori relativi alle variabili di etichetta richieste. Tali variabili sono collegate agli oggetti interni della stampante sull'etichetta. Per questo motivo, i loro valori possono essere modificati durante ogni stampa.

  8. Fare clic su Stampa per inviare i valori delle variabili e il richiamare il comando dell'etichetta alla stampante di etichette selezionata.

Protezione

Protezione impedisce di apportare modifiche all'etichetta o alla soluzione.

  • Impedisci modifica: blocca l'etichetta o la soluzione. L'attivazione di questa opzione impedisce qualsiasi modifica non autorizzata ai file, in quanto è possibile solo copiare e stampare.

  • Richiede una password per sbloccare il documento: impedisce la modifica del file mediante una protezione tramite password. Selezionare questa opzione per impostare una password. Un file diventa modificabile solo dopo aver immesso una password corretta.

Opzioni (configurazione del programma)

Per personalizzare la configurazione generale del programma di Designer, aprire la finestra di dialogo Opzioni, accessibile dalla scheda File.

UUID-51681be8-5b6a-1043-f218-9b01d318e6d5.png

Le opzioni di configurazione di Designer sono raggruppate nelle seguenti schede:

  • Cartelle: consente di impostare le posizioni predefinite per memorizzare etichette, moduli (soluzioni) database e file di immagini.

  • Lingua: seleziona la lingua dell'interfaccia utente. Selezionare la lingua preferita dalle opzioni elencate.

  • Variabili globali: posizione di memorizzazione per le variabili globali.

  • Uso stampante: visualizza l'uso registrato localmente delle stampanti installate.

  • NiceLabel Control Center: consente di attivare e configurare il monitoraggio degli eventi e dei processi di stampa.

  • Automation: consente di configurare le impostazioni di NiceLabel Automation.

  • Designer consente di configurare il comportamento all'apertura di NiceLabel 10.

Cartelle

Quando si spostano o condividono i documenti creati in Designer, le posizioni dei documenti e dei file correlati potrebbero diventare inaccessibili. Per evitare riferimenti interrotti, definire le posizioni di ricerca predefinite che indicano a Designer di cercare i documenti e i file in posizioni alternative.

Usare la scheda Cartelle per definire le posizioni di ricerca predefinite dei documenti e dei file con i quali si lavora in Designer. Queste cartelle fungono da posizione di ricerca predefinita se:

  • Designer non riesce a trovare etichette sulle posizioni specificate. In questo caso, Designer le cerca nella cartella Labels.

  • Designer non riesce a trovare soluzioni sulle posizioni specificate. In questo caso, Designer le cerca nella cartella Solutions (Forms).

  • Designer non riesce a trovare il database connesso sulla posizione specificata. In questo caso, Designer cerca il database nella cartella Database.

  • I percorsi dei file di oggetti immagine nelle etichette o nelle soluzioni sono incompleti o mancanti. In questo caso, Designer li cerca nella cartella Picture.

Esempio:

Un modulo presente nella soluzione include un file di immagine chiamato picture.png senza un percorso specificato. Questo è il motivo per cui Designer non riesce a individuare l'immagine richiesta.

Soluzione: quando si cerca un file grafico denominato picture.png, Designer passa a C:\Users\user\Documents\NiceLabel\Graphics. Questa è la posizione definita nella scheda Cartelle.

Nota

Assicurarsi che i diritti di lettura/scrittura siano concessi all'account che Designer sta eseguendo.

Suggerimento

I dettagli sull'algoritmo di controllo che viene utilizzato per individuare i file di etichette e soluzioni sono descritti qui.

Nota

Quando si aprono e si salvano i documenti, Designer ricorda l'ultima posizione usata. La prossima volta che si aprono o salvano i documenti, Designer passa all'ultima posizione usata.

Lingua

La scheda Lingua consente di selezionare la lingua dell'interfaccia di Designer. Selezionare la lingua appropriata e fare clic su OK.

Nota

Se necessario, riavviare per visualizzare l'interfaccia utente nella lingua selezionata. Prima di chiudere il programma, assicurarsi di salvare il lavoro svolto.

Variabili globali

La scheda Variabili globali consente di definire quale posizione con variabili globali usare:

  • Usare le variabili globali memorizzate sul server (NiceLabel Control Center): imposta la posizione di memorizzazione della variabile globale su NiceLabel Control Center.

Nota

Selezionare NiceLabel Control Center prima di selezionare questa opzione.

Nota

Questa opzione diventa disponibile quando si usa la licenza NiceLabel Label Management Solution.

  • Usa variabili globali memorizzate in un file (locale o condiviso): imposta la posizione di memorizzazione delle variabili globali in una cartella locale o condivisa. Immettere il percorso esatto o fare clic su Apri per individuare il file.

Per impostazione predefinita, le variabili globali sono memorizzate nel file Globals.tdb in: C:\ProgramData\NiceLabel\Global Variables\ .

Suggerimento

Queste due opzioni risultano utili quando si progettano soluzioni per più clienti con la propria serie di variabili globali.

Stampanti con licenza

La scheda Stampanti con licenza visualizza le stampanti che sono state usate con NiceLabel 10.

Nota

La registrazione dell'uso della stampante è disponibile con la licenza per più postazioni. Ulteriori informazioni sulla gestione delle licenze della stampante sono disponibili nella sezione Modalità di gestione delle licenze della stampante.

Il gruppo Informazioni uso stampante visualizza il numero di porte della stampante consentite e utilizzate dalla stampa su più stampanti.

  • Numero di stampanti consentite per licenza: numero di stampanti consentite da usare con la licenza Designer corrente.

  • Numero di stampanti usate negli ultimi 7 giorni: numero di stampanti che sono state usate con Designer negli ultimi 7 giorni.

Nota

Se il numero di stampanti usate supera il numero consentito di stampanti usate, NiceLabel 10 attiva il periodo di proroga. Il software concede all'utente l'estensione del periodo di 30 giorni durante il quale il numero di stampanti con licenza viene raddoppiato. Se viene superato anche il numero raddoppiato, la stampa per le stampanti aggiuntive viene disattivata.

Gli stati della stampante sono visibili in più colonne:

  • Stampante: nome o modello di stampante selezionato per il processo di stampa.

Nota

Se la stampante collegata è condivisa, viene visualizzato solo il modello di stampante.

  • Posizione: nome del computer dal quale è stato inviato il processo di stampa.

  • Porta: porta usata dalla stampante.

  • Ultimo utilizzo: tempo trascorso dall'ultimo processo di stampa.

  • Riservato: impedisce di rimuovere la stampante dopo che essa è restata inattiva per 7 giorni.

Nota

Se la stampante resta inutilizzata per più di 7 giorni, viene rimossa automaticamente, a meno che non sia attivata l'opzione Riservato.

Il gruppo Autorizzazioni consente di bloccare l'uso della stampante sulla workstation locale.

Nota

Prima di attivare questa opzione, assicurarsi che almeno una stampante sia riservata. Senza stampanti riservate, se si tenta di modificare un'etichetta viene segnalato un errore. Anche la stampa viene disattivata.

  • Questa workstation può utilizzare solo stampanti riservate: con questa opzione attivata, solo le stampanti riservate sono consentite per la modifica di etichette e la stampa in NiceLabel 10.

    Suggerimento

    Usare questa opzione per evitare di superare il numero di stampanti con licenza disponibili stampando su stampanti indesiderate o su applicazioni di stampa su file. Riservare le stampanti per etichettatura termiche o laser dedicate e limitare la stampa solo ad esse, per assicurare la stampa continua delle etichette con una licenza multiutente.

    Questa opzione può essere attivata anche utilizzando il file product.config:

    1. Spostarsi sulla cartella System.

      Esempio:

      %PROGRAMDATA%\NiceLabel\NiceLabel 10

    2. Effettuare una copia di backup del file product.config.

    3. Aprire product.config in un editor di testo. Il file ha una struttura XML.

    4. Aggiungere le seguenti linee:

      <Configuration>
        <Activation>
          <ReservePrinters>Example Printer</ReservePrinters>
        </Activation>
        <Common>
          <General>
            <ShowOnlyReservedPrinters>True</ShowOnlyReservedPrinters>
          </General>
        </Common>
      </Configuration>
    5. Salvare il file. La Stampante Esempio è riservata.

NiceLabel Control Center

La scheda Control Center consente di attivare e configurare il monitoraggio degli eventi e i processi di stampa. L'uso di NiceLabel Control Center consente di generare report centralizzati su eventi e processi di stampa e sulla memorizzazione centralizzata delle variabili globali.

Questa scheda è disponibile solo se è attivata la licenza LMS.

Indirizzo

Il gruppo Indirizzo definisce quale server NiceLabel Control Center usare.

  • Indirizzo server Control Center: URL del server NiceLabel Control Center collegato. È possibile scegliere nell'elenco di server scoperti automaticamente sulla rete oppure immettere manualmente un indirizzo di server.

Nota

Le chiavi di licenza sul server NiceLabel Control Center e sulla workstation devono corrispondere, al fine di consentire il collegamento.

Nota

Se il NiceLabel Control Center connesso utilizza l'autenticazione dell'applicazione., ciascun avvio di NiceLabel 10 richiede l'immissione di nome utente e password. Ulteriori informazioni sui tipi di autenticazione e i privilegi dell'utente sono disponibili nella Guida dell'utente di NiceLabel Control Center, sezione Autenticazione.

Monitoraggio di eventi

La gestione degli eventi in NiceLabel Control Center consente la gestione a livello centrale delle attività della workstation di etichettatura. Le attività come stampa di etichette, errori, avvisi, attivazione di applicazioni middleware, ecc. sono segnalate e registrate in NiceLabel Control Center.

Il gruppo Monitoraggio di eventi definisce quali tipi di eventi devono essere registrati dal NiceLabel Control Centerconnesso:

  • Eventi di stampa: registra gli eventi di stampa relativi alla workstation.

  • Eventi di errore: registra tutti gli errori segnalati.

Nota

Per impostazione predefinita, gli eventi di stampa e gli eventi di errore vengono registrati in NiceLabel Control Center.

  • Attività trigger: registra tutti i trigger attivati.

  • Eventi cambiamento stato trigger: registra i cambiamenti dello stato del trigger che sono stati provocati dai trigger attivati.

Monitoraggio del processo di stampa

Il gruppo Monitoraggio del processo di stampa consente di registrare i processi di stampa completati e in corso su NiceLabel Control Center.

  • Attivare la registrazione del processo di stampa al server: attiva la registrazione del processo di stampa.

  • Controllo dettagliato di stampa: consente di monitorare gli stati che vengono segnalati dalla stampante collegata.

Nota

Per rendere disponibile questa opzione devono essere soddisfatti due requisiti:

  • La stampante deve supportare la comunicazione bidirezionale.

  • Per stampare, è necessario usare il driver della stampante di NiceLabel.

Automation

La scheda Automation consente di configurare le impostazioni di NiceLabel Automation.

Nota

Questa scheda diventa visibile con NiceLabel PowerForms Desktop e le licenze LMS.

Il gruppo Comunicazione servizio definisce le impostazioni di comunicazione.

  • Porta di comunicazione di servizio: numero della porta usata da Automation service per la comunicazione.

Il gruppo Registro configura il modo in cui vengono registrati i messaggi elencati qui di seguito da Automation Manager.

Nota

Il tempo di mantenimento dei dati predefinito è di 7 giorni. Per ridurre al minimo le dimensioni del database del registro sui sistemi occupati, ridurre il periodo di mantenimento.

  • Pulisci log quotidianamente a: seleziona l'ora in cui le voci giornaliere del registro vengono cancellate.

  • Pulisci log quando più vecchi di (giorni): imposta il tempo di conservazione del registro, in giorni.

  • Registro messaggi: seleziona i tipi di messaggi che vengono registrati.

    • Tutti i messaggi: salva tutti i tipi di messaggi nel registro.

    • Errori ed avvertimenti: salva errori e avvertenze nel registro.

    • Errori: salva gli errori nel registro.

    • Nessun registro: non viene registrato alcun messaggio.

Il gruppo Prestazioni consente di migliorare i tempi di stampa della prima etichetta e le prestazioni generali di Automation service.

  • Memorizza nella cache i file remoti. Per migliorare la velocità di stampa della prima etichetta e le prestazioni in generale NiceLabel 10 supporta la memorizzazione nella cache dei file. Quando si caricano dati di etichette, immagini e database dalle condivisioni di rete, tutti i file necessari vanno prelevati prima di poter dare inizio al processo di stampa.

    Suggerimento

    Se si attiva una cache locale, l'effetto della latenza di rete viene ridotto, in quanto i file delle etichette e delle immagini vengono caricati dal disco locale.

    Automation service usa la seguente cartella locale per memorizzare nella cache i file remoti: %PROGRAMDATA%\NiceLabel\\FileCache.

    • Aggiorna file di cache (minuti): intervallo di tempo entro il quale i file presenti nella cache vanno sincronizzati con i file nella cartella originale. Si tratta del limite di tempo durante il quale il sistema può usare una versione diversa da quella più recente.

    • Rimuovi file di cache quando sono più vecchi di (giorni): definisce l'intervallo di tempo trascorso il quale tutti i file vengono rimossi dalla cache.

    Nota

    La cache dei file supporta i formati di file di etichette e immagini. Dopo aver attivato la cache dei file, riavviare Automation service affinché le modifiche abbiano effetto.

Designer

La scheda Designer consente di configurare il comportamento all'apertura di Designer.

Il gruppo Modalità di apertura definisce il modo in cui Designer apre i nuovi documenti.

  • Visualizza ciascun documento nella sua finestra: se è attivata, vengono visualizzati altri documenti aperti in finestre separate di Designer. Questo vale sia per i documenti nuovi che esistenti.

    Se si decide di disattivare questa opzione, gli altri documenti aperti appariranno all'interno dell'istanza correntemente attiva di Designer.

    Informazioni su

    La finestra di dialogo Informazioni su di fornisce informazioni sulla licenza del prodotto NiceLabel , consente di acquistare e attivare la licenza (in modalità di prova), fornisce informazioni sul software, consente di accedere all’account NiceLabel Cloud e consente di modificare il livello del prodotto Designer.

    • Livello prodotto indica il livello di prodotto correntemente in esecuzione.

    • Cambia livello prodotto: apre la finestra di dialogo di selezione del livello del prodotto. In modalità prova è possibile scegliere e valutare tutti i livelli del prodotto. Con una licenza attivata è possibile cambiare il livello del prodotto solo ai livelli inferiori.

    • Durata modalità di prova: informazioni sui giorni restanti per la valutazione del prodotto.

    • Il pulsante Acquista licenza: indirizza l'utente al negozio online NiceLabel .

    • Il pulsante Attiva licenza: apre la finestra di dialogo di attivazione della licenza di Designer. Per ulteriori informazioni sul processo di attivazione della licenza, vedere la NiceLabel 10 guida di installazione. Dopo l'attivazione della licenza, questo pulsante diventa Disattiva licenza e, dopo averci fatto cli sopra e confermato la disattivazione, la copia di Designer non è più attivata.

      Nota

      Questi segmenti non sono più visibili dopo l'acquisto e l'attivazione della licenza del prodotto.

      Nota

      I cambiamenti al livello del prodotto hanno effetto dopo il riavvio di Designer.

      Nota

      Se NiceLabel 10 è stato installato con un prodotto predefinito (ossia, il livello è stato definito dalla chiave di licenza), durante il primo avvio la selezione a livello di prodotto non è necessaria.

    • Tipo licenza: è il tipo di licenza in uso per eseguire NiceLabel 10. Se si era attivato Designer eseguendo l’accesso a NiceLabel Cloud, qui è visibile l’Edizione del cloud.

    • Aggiorna licenza: apre la finestra di dialogo di aggiornamento a livello del prodotto. Per informazioni sul processo di aggiornamento della licenza, vedere la NiceLabel 10Guida di installazione di.

      Nota

      NiceLabel 10 si aggiorna automaticamente se la licenza aggiornata è disponibile sulla rete.

    • Limite stampanti: è il limite massimo di stampati utilizzabili con la licenza NiceLabel.

    • Account: se è stato eseguito l’accesso a NiceLabel Cloud, Designer visualizza il nome dell’account cloud.

    • Utente:  se è stato eseguito l'accesso a NiceLabel Cloud, Designer visualizza il nome utente NiceLabel Cloud.

    Informazioni sul software contiene informazioni sulla copia installata di NiceLabel 10: licenza, chiave di licenza e versione installata. Se è disponibile una versione più recente di, viene visualizzato automaticamente un collegamento di notifica nella pagina. Fare clic sul collegamento per scaricare e installare la versione più recente.

    Lavorare (senza connessione NiceLabel Cloud)

    Informazioni livello di prodotto

    Questa sezione è applicabile se NiceLabel 10 è connesso a NiceLabel Cloud

    Se Designer è connesso a NiceLabel Cloud e la connessione Internet si interrompe, è necessario ripristinarlo entro cinque giorni al massimo. Senza riconnettersi con NiceLabel Cloud, Designer si chiude automaticamente.

    Dopo l’interruzione della connessione Internet e se il computer resta offline, entro 5 giorni viene visualizzato un avvertimento. Designer si chiude 5 minuti dopo la visualizzazione dell’avvertimento.

    Dopo aver ripristinato la connessione Internet, aprire Designer e accedere a NiceLabel Cloud. In tal modo la copia di Designer ridiventa attiva.

    Avvertimento

    Salvare il lavoro in una posizione offline (il computer) per evitare che le modifiche vadano perse.

    Scheda Pagina iniziale

    UUID-ee620660-13ff-bdce-c242-030d2db12241.png

    La scheda Pagina iniziale consente di accedere ai comandi e alle impostazioni usati di frequente nei seguenti gruppi del nastro:

    • Il gruppo Appunti: memorizza temporaneamente gli elementi, gli oggetti o i gruppi di oggetti selezionati.

    • Il gruppo Carattere: consente di definire le proprietà dei caratteri.

    • Il gruppo Azione: contiene il pulsante Stampa, il quale avvia la procedura di stampa o esegue un modulo.

    • Il gruppo Gestione: consente di accedere direttamente alle proprietà Gestione dati dinamici e Documento – finestra di dialogo delle proprietà etichetta o modulo attiva.

    • Le opzioni del gruppo Allinea definiscono il posizionamento relativo orizzontale e verticale per il contenuto dell'oggetto.

    • Il gruppo Oggetti: consente di allineare, raggruppare o disporre oggetti etichetta.

    Appunti

    Carattere

    Il gruppo Carattere definisce le proprietà dei caratteri:

    • Il pulsante Mostra/nascondi caratteri stampante: consente di visualizzare esclusivamente i caratteri interni della stampante nell'elenco di caratteri disponibili. In questo caso, caratteri grafici sono nascosti. Dopo aver premuto di nuovo questo pulsante, tutti i caratteri disponibili sono visibili ancora una volta nell'elenco.

    • Caratteri: definisce la famiglia di caratteri da usare in un oggetto selezionato.

    • Dimensioni carattere: definisce le dimensioni del testo in un oggetto. Selezionare le dimensioni nell'elenco a discesa oppure immetterle manualmente.

    • Stile carattere: definisce le caratteristiche stilistiche del testo dell'oggetto, come il grassetto o il corsivo.

    • Allineamento: definisce il posizionamento del testo orizzontale in un oggetto: Sinistra, Centro o Destra.

    • Giustifica: allinea un paragrafo lungo i margini sinistro e destro dell'oggetto.

    Suggerimento

    Quando si modificano i caratteri durante il processo di progettazione, Designer ricorda il tipo di caratteri e le dimensioni utilizzati l'ultima volta.

    Azione

    UUID-a4730f8d-c0b9-8b44-b409-f5e0d7d81b2c.png

    Il gruppo Azione crea una scelta rapida di stampa oppure avvia la procedura di stampa, personalizza la stampa o esegue un modulo.

    Il pulsante Stampa apre il Designer riquadro Stampa definito dal modulo di stampa predefinito.

    Personalizza stampa apre più opzioni per adattare le opzioni di stampa.

    • Crea scelta rapida per la stampa consente di creare una scelta rapida di stampa su un'etichetta o un modulo in una soluzione. La creazione della scelta rapida di stampa richiede prima il salvataggio dell'etichetta o del documento del modulo.

    Nota

    Quando si crea una scelta rapida su una soluzione, essa viene denominata Esegui [nome soluzione]. Dopo averci fatto doppio clic sopra, il modulo viene eseguito all'istante.

    Nota

    Il modulo di stampa predefinito può essere selezionato quando si modifica una soluzione.

    • Modifica modulo di stampa: consente di aggiungere, rimuovere o ridisporre gli oggetti su un modulo di stampa. Ulteriori informazioni sulla personalizzazione del modulo di stampa sono disponibili qui.

    Nota

    Se il modulo di stampa non è stato ancora selezionato, l'opzione Modifica modulo di stampa aggiunge un nuovo modulo e lo imposta come modulo di stampa predefinito. Se è stato selezionato un modulo esistente, l'opzione lo apre per modificarlo.

    • Ricrea modulo di stampa: reimposta il modulo di stampa sul layout predefinito e ripristina i fornitori di contenuto dinamico dopo che esso è stato modificato.

    • Aggiungi nuovo modulo: aggiunge un nuovo modulo alla soluzione. Può essere un modulo vuoto oppure un modulo progettato come modulo di stampa. Usare Nome modulo per assegnare il nome al nuovo modulo aggiunto e per renderlo facilmente riconoscibile tra gli altri documenti della soluzione.

    Il pulsante Avvia modulo esegue il modulo attivo correntemente.

    Nota

    Se un'etichetta utilizza un modulo di stampa personalizzato, questo modulo resta aperto come scheda. La scheda non può essere chiusa.

    Gestione

    Il gruppo del nastro Gestione consente di accedere direttamente a:

    • Finestra di dialogo Gestione dati dinamici. Fare clic sul pulsante per iniziare a gestire le origini dati dinamici connesse agli oggetti.

    • Proprietà documento apre le proprietà correnti etichetta o modulo .

    Allinea

    Le opzioni del gruppo Allinea definiscono il posizionamento relativo orizzontale e verticale per il contenuto dell'oggetto:

    • Allinea oggetti a sinistra: allinea gli oggetti con il bordo sinistro del primo oggetto selezionato o con l'oggetto più a sinistra.

    • Allinea oggetti al centro: allinea gli oggetti con il centro orizzontale del primo oggetto selezionato o con il centro orizzontale dell'oggetto più grande.

    • Allinea oggetti a destra: allinea gli oggetti con il bordo destro del primo oggetto selezionato o con l'oggetto più a destra.

    • Distribuisci orizzontalmente: distribuisce gli oggetti mediante una spaziatura uniforme orizzontale.

    • Allinea oggetti in alto: allinea gli oggetti con il bordo superiore del primo oggetto selezionato o con l'oggetto più in alto.

    • Allinea oggetti in mezzo: allinea gli oggetti con il centro verticale del primo oggetto selezionato o con il centro verticale dell'oggetto più grande.

    • Allinea oggetti in basso: allinea gli oggetti con il bordo inferiore del primo oggetto selezionato o con l'oggetto più in basso.

    • Distribuisci verticalmente: distribuisce gli oggetti mediante una spaziatura uniforme verticale.

    Oggetti

    Il gruppo Oggetti consente di lavorare con più oggetti.

    • Oggetti gruppo unisce gli oggetti selezionati e fa in modo che si comportino come un unico oggetto.

    • Separa oggetti: separa gli oggetti raggruppati.

    Disponi posiziona gli oggetti in modo tale che essi appaiano gli uni davanti o dietro agli altri.

    • Invia dietro: invia dietro l'elemento di un livello.

    • Porta in secondo piano: invia l'elemento dietro a tutti gli altri elementi sull'etichetta.

    • Porta avanti: porta avanti l'elemento di un livello.

    • Porta in primo piano: invia l'elemento davanti a tutti gli altri elementi sull'etichetta.

    Elimina consente di rimuovere gli oggetti singoli o il gruppo di oggetti selezionati dal modello di etichetta.

    Scheda Dati

    La scheda Dati visualizza il nastro di Designer con dei gruppi che consentono di connettere all'istante un oggetto con le origini dati usate più spesso, oppure di definire in dettaglio le connessioni ai dati:

    UUID-8bb79503-8adc-5a2b-a0e4-cb4d62413640.png

    Database guidato passo-passo

    Il Procedura guidata database è un processo guidato che consente all'utente di configurare una connessione a un database e di selezionare le tabelle e i campi da usare.

    UUID-514f3d09-839c-4f92-aaaf-c6e0857e6b54.png

    Modifica database consente di modificare tutti i database connessi esistenti mediante una procedura guidata.

    Inoltre, la procedura guidata consente di ordinare e filtrare i record e di definire quante copie di etichette saranno stampate per ciascun record di database.

    Gestione origine dati

    Il gruppo del nastro Gestione origine dati consente di accedere a:

    • Gestione dati dinamici: finestra di dialogo per la gestione e la connessione a varie origini dati.

    • Ordine: finestra di dialogo per la definizione dell'ordine delle variabili richieste nel modulo di stampa.

    Gestione dati dinamici

    Gestione dati dinamici è una finestra di dialogo che consente all'utente di gestire le origini dati dinamici per gli oggetti etichetta e modulo.

    Gli oggetti etichetta e modulo possono essere collegati a più variabili, funzioni e database.

    Per aprire la finestra di dialogo, fare clic sul pulsante Gestione dati dinamici nel nastro di Designer.

    UUID-d77f9c79-85ee-d6c5-18c0-4b7656d88d94.png

    Ulteriori informazioni su come definire le origini dati sono disponibili nelle sezioni seguenti:

    Finestra di dialogo Ordine richiesta variabile

    La finestra di dialogo Ordine richiesta variabile definisce l'ordine in cui i valori della variabile vengono richiesti al momento della stampa.

    La finestra di dialogo visualizza l'intero intervallo di variabili definite correntemente.

    Per modificare l'ordine delle richieste, selezionare una variabile dall'elenco e modificarne la posizione usando la funzionalità di trascinamento della selezione oppure i pulsanti Sposta su e Sposta giù. Ripetere questo passaggio per ciascuna variabile di cui si desidera modificare la posizione di richiesta.

    Scheda Visualizza

    UUID-2c627228-c1c3-8a1c-4204-70e8d773a128.png

    La Scheda Visualizza fornisce il controllo sullo zoom del documento, la visibilità del marcatore, ausili visivi e rotazione della superficie del progetto. Rende disponibili i seguenti gruppi del nastro:

    • Zoom definisce il livello di zoom della superficie del progetto e il comportamento dello zoom della finestra Designer.

    • Visibilità marcatori oggetti: definisce le impostazioni di visibilità per le proprietà degli oggetti.

    • Allineamento e linee della griglia imposta il comportamento del posizionamento dell'oggetto e definisce le proprietà delle linee della griglia della superficie del progetto.

    • Rotazione: ruota la superficie del progetto in senso orario di 90° a clic.

    Zoom

    Il gruppo Zoom definisce il livello di zoom della superficie del progetto.

    • Zoom sul documento: visualizza l'intera etichetta nella finestra Designer.

    • Zoom sugli oggetti: visualizza tutti gli oggetti nella finestra Designer.

    • Zoom avanti: ingrandisce la superficie del progetto di una percentuale del livello di zoom definito correntemente.

    • Zoom indietro: riduce la superficie del progetto di una percentuale del livello di zoom definito correntemente.

    • Menu a discesa della percentuale di zoom: consente di digitare o selezionare la percentuale di zoom esatta per il documento corrente.

    Visibilità marcatori oggetti

    Allineamento e linee della griglia

    Il gruppo Allineamento e linee della griglia imposta il comportamento del posizionamento dell'oggetto e definisce le proprietà delle linee della griglia della superficie del progetto.

    • Visualizza guide griglia rende visibili i punti della griglia della superficie del progetto.

    • Dimensioni griglia X: definisce la distanza orizzontale tra i punti della griglia.

    • Dimensioni griglia Y: definisce la distanza verticale tra i punti della griglia.

    • Offset griglia X: definisce l'offset orizzontale della griglia dal centro della superficie del progetto.

    • Offset griglia Y: definisce l'offset verticale della griglia dal centro della superficie del progetto.

    • Allinea agli oggetti: allinea un oggetto con altri oggetti sulla superficie del progetto. Quando un oggetto è allineato, viene visualizzata una linea che contrassegna l'allineamento dell'oggetto.

    • Allinea alle linee della griglia: allinea gli oggetti selezionati alle linee della griglia.

    • Nota

      Alcuni modelli di stampante a getto d'inchiostro continuo (CIJ) stampano solo su posizioni di superfici di etichette predefinite. Se una di tali stampanti è selezionata correntemente, le impostazioni della griglia vengono definite dal driver della stampante e rese inattive per questa etichetta. L'opzione Allinea alle linee della griglia viene attivata automaticamente.

    • Non allineare: rende la posizione dell'oggetto indipendente dalle linee della griglia e dalla posizione degli altri oggetti.

    Rotazione

    Il pulsante Ruota vista ruota la superficie del progetto in senso orario. I righelli orizzontali e verticali si adattano alla posizione corrente della superficie del progetto.

    Suggerimento

    Il tipo di rotazione è definito dal driver stampante. Alcuni driver supportano una rotazione completa a 360° (90° a clic), mentre altri consentono una rotazione di 90° in senso orario (verticale/orizzontale).

    Scheda Soluzione

    UUID-4d97621c-6f28-fc11-d05e-3ac510c22e43.png

    La scheda Soluzione consente un accesso veloce e facile ai comandi relativi all'intera soluzione di stampa. La scheda rende disponibili i seguenti gruppi del nastro:

    • Appunti: memorizza oggetti o gruppi di oggetti selezionati.

    • Nuovo: consente di aggiungere altre etichette o moduli alla soluzione attiva.

    • Azione: avvia la procedura di stampa o esegue un modulo.

    • Importa ed esporta: consente di importare, pubblicare ed esportare i file delle soluzioni.

    Appunti

    Il gruppo Appunti memorizza temporaneamente gli elementi, gli oggetti o i gruppi di oggetti selezionati. Usare gli oggetti selezionati e memorizzati per trasferirli da un'etichetta o soluzione all'altra.

    Suggerimento

    È possibile copiare e incollare il contenuto testuale (testo normale, RTF) e grafico (bitmap) tra più applicazioni.

    • Incolla: incolla un documento (etichetta/modulo) nella soluzione.

    • Taglia: rimuove il documento selezionato dalla soluzione e lo aggiunge agli Appunti per incollarlo altrove.

    • Copia: copia il documento selezionato negli Appunti.

    • Elimina: elimina l'oggetto selezionato dalla soluzione.

    Nuovo

    Nuovo consente di aggiungere altre etichette o moduli alla soluzione attiva. Le etichette e i moduli inclusi nella soluzione sono elencati in Solution explorer.

    • Nuova etichetta: aggiunge una nova etichetta alla soluzione attiva. Dopo aver fatto clic sul pulsante Nuova etichetta, viene visualizzata l'Impostazione guidata nuova etichetta.

    • Nuovo modulo: aggiunge un nuovo modulo alla soluzione attiva. Dopo aver fatto clic sul pulsante Nuovo modulo, viene visualizzata una superficie del progetto vuota. Il modulo è pronto per essere modificato.

    Azione

    Imposta come modulo di avvio imposta come modulo Designer predefinito il modulo corrente. La prossima volta quando si aprirà Soluzione, il modulo di avvio si aprirà e sarà pronto per essere eseguito o modificato.

    Importa ed esporta

    Il gruppo Importa ed esporta consente di importare, pubblicare ed esportare i file delle soluzioni.

    Importa nella soluzione consente di importare i documenti nella soluzione. I formati di file supportati sono:

    • File di soluzione (.nsln)

    • File di etichetta (.nlbl)

    • File di etichetta (V6) (.lbl)

    • File di modulo (V6) (.xff)

    Quando viene inviato un comando di importazione si apre la finestra di dialogo Apri. Selezionare il file da importare. Il file importato diventa visibile in Solution Manager.

    Nota

    I file di etichetta .lbl e di modulo .xff sono vecchi tipi di file utilizzati con la versione 6 e le versioni precedenti.

    Esporta etichetta: salva il documento su disco e lo rende disponibile per l'uso in un'altra soluzione. Dopo aver fatto clic su Esporta etichetta viene visualizzata la finestra di dialogo Esporta etichetta. Selezionare una posizione in cui salvare l'etichetta.

    Schede contestuali

    La scheda contestuale è una scheda nascosta che diventa visibile quando un oggetto etichetta o modulo selezionato sulla superficie del progetto. Le schede contestuali appaiono sul lato destro della scheda standard di Designer. La selezione delle schede visualizzate dipende dall'oggetto che si sta modificando.

    • Le schede contestuali specifiche dell'etichetta sono disponibili qui.

    • Le schede contestuali specifiche del modulo sono disponibili qui.

    UUID-dc2dbbdb-a38f-02b0-7d9d-214f7f9d8f2c.png

    Schede contestuali specifiche dell'etichetta

    Quando si modificano vari oggetti etichetta, vengono visualizzate le seguenti schede contestuali, a seconda dell'oggetto selezionato:

    Scheda contestuale Progetta

    La scheda contestuale Progetta consente di definire il layout e il posizionamento dell'oggetto etichetta selezionato.

    UUID-fbb0740f-c3d5-5164-59f7-9add6e69bb3e.png

    Nella scheda Progetta sono disponibili i seguenti gruppi di impostazioni:

    • Generale: definisce la visibilità e la possibilità di stampa su un'etichetta di un oggetto.

    • Posizionamento: definisce la posizione dell'oggetto sulla superficie del progetto.

    • Disponi: posiziona l'oggetto relativamente agli oggetti vicini su un'etichetta.

    Generale

    Il gruppo Generale definisce la visibilità e la possibilità di stampa su un'etichetta di un oggetto.

    • Non stampabile: quando è attivata, questa opzione impedisce di stampare l'oggetto sull'etichetta. L'oggetto resta visibile sull'anteprima dell'etichetta.

    • Visibile: quando questa opzione è disattivata, l'oggetto non appare né sull'anteprima di stampa né sull'etichetta stampata. L'oggetto viene trattato come se non esistesse.

    • Impostazioni visibilità: definisce se l'oggetto selezionato apparirà o meno sull'etichetta stampata.

      • Condizione: un oggetto è attivato e/o visibile se il risultato della condizione data è "True".

    • Ottimizzazione stampa: consente di attivare l'uso degli elementi della stampante (disponibile con gli oggetti Rettangolo, Codice a barre, Linea, Ellisse e Inverti).

      • Usa elemento stampante, se supportato: velocizza il processo di stampa.

        Se è attivata dal modello di stampante in uso, la condivisione di alcune operazioni di elaborazione di elementi etichetta viene gestita direttamente dalla stampante: caratteri interni, forme codici a barre, ecc.

      • Stampa sempre come grafica: invia e stampa gli oggetti come file grafici.

    • Nome: consente di immettere il nome dell'oggetto e la relativa descrizione.

    Posizionamento

    Il gruppo Posizionamento imposta la posizione e le dimensioni dell'oggetto su un'etichetta.

    Il pulsante Posizione apre:

    • Le coordinate X e Y: impostano la posizione esatta sulla superficie del progetto.

    • Dimensioni dell'oggetto Larghezza e Altezza:.

    • Mantieni proporzioni: fa in modo che entrambe le dimensioni dell'oggetto cambino proporzionalmente durante il ridimensionamento.

    • Angolo di rotazione: ruota l'oggetto in senso orario.

    Il pulsante Punto di ancoraggio definisce il punto in cui un oggetto è agganciato alla superficie del progetto. Le dimensioni degli oggetti a dimensioni variabili aumentano o diminuiscono nella direzione opposta al punto di ancoraggio scelto.

    Mantieni proporzioni fa in modo che l'oggetto venga ridimensionato in modo proporzionale.

    Blocca impedisce lo spostamento dell'oggetto selezionato durante il processo di progettazione.

    Disponi

    Oggetti gruppo: aggiunge gli oggetti selezionati a un gruppo.

    • Oggetti gruppo: unisce gli oggetti selezionati e fa in modo che si comportino come un unico oggetto.

    • Separa oggetti separa gli oggetti raggruppati in precedenza.

    Disponi definisce il modo in cui gli oggetti vengono posizionati in un gruppo.

    • Porta avanti: sposta in alto di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in primo piano: sposta l'oggetto selezionato in cima alla pila di oggetti.

    • Invia dietro: sposta in basso di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in secondo piano: sposta l'oggetto selezionato in fondo alla pila di oggetti.

    Scheda contestuale Codice a barre

    La scheda Codice a barre è una scheda contestuale che definisce il tipo, il layout e il posizionamento dell'oggetto codice a barre.

    UUID-8fa414f3-d1dc-ff03-2f5a-c4da12c7012c.png

    Nella scheda Codice a barre sono disponibili i seguenti gruppi di impostazioni:

    • Codice a barre: definisce il tipo di simbolo di codice a barre di base e le relative dimensioni.

    • Impostazioni: definisce i dettagli del codice a barre.

    • Disponi: posiziona l'oggetto relativamente agli oggetti vicini su un'etichetta.

    Scheda Codice a barre

    Il gruppo Codice a barre consente di scegliere il tipo di codice a barre e di impostare le dimensioni del simbolo di codice a barre.

    Nota

    Le impostazioni del gruppo Codice a barre dipendono dal tipo di codice a barre selezionato.

    • Tipo codice a barre: definisce il tipo di simbolo di codice a barre da usare su un'etichetta.

    Suggerimento

    Per impostazione predefinita, è selezionato il tipo di codice a barre Code128. Per ulteriori informazioni sui tipi di codici a barre disponibili, consultare la sezione Tipi di codici a barre e impostazioni disponibili.

    • Tipo dati e barre: se uno dei tipi di codice a barre DataBar è selezionato, Tipo dati e barre: definisce il relativo sottotipo specifico da usare sull'etichetta.

    • Dimensione X: larghezza della barra del codice a barre nell’Unità di misura selezionata.

    • Altezza: dimensioni verticale del codice a barre nell’Unità di misura selezionata.

    • Proporzioni definisce le proporzioni tra le larghezze ridotte e ampie del codice a barre.

      Ciascun intervallo di tipo di codice a barre delle proporzioni consentite è limitato dallo standard. Designer consente di utilizzare solo proporzioni valide. Per impostazione predefinita, le proporzioni sono impostate su 3. Ciò significa che la barra ampia è pari a 3 volte la larghezza di una barra ridotta.

      Nota

      Le proporzioni disponibili dipendono dalla dimensione X selezionata. Se si cambia la dimensione X, ciò influisce anche sulla selezione delle proporzioni disponibili.

    • Altezza riga definisce l'altezza di una singola riga di dati nei codici a barre 2D. L'altezza della riga è specificata come un multiplo della dimensione X.

    Impostazioni

    Il gruppo Impostazioni consente di configurare le informazioni del codice a barre.

    Il pulsante Lettura in chiaro definisce il layout del contenuto leggibile in chiaro.

    • Non leggibile dall'uomo: visualizza il codice a barre senza il testo in chiaro.

    • Sopra il codice a barre: individua il testo in chiaro al di sopra del codice a barre.

    • Sotto il codice a barre: individua il testo in chiaro al di sotto del codice a barre.

    Il gruppo Stile consente di impostare proprietà personalizzate per il testo in chiaro.

    • Carattere personalizzato: consente di selezionare i caratteri e le relative dimensioni. I caratteri interni della stampante non possono essere usati come caratteri in chiaro personalizzati.

    • Proporzioni automatiche dei caratteri: se l'opzione è attivata (impostazione predefinita), il testo in chiaro si ingrandisce o riduce proporzionalmente insieme al cambiamento delle dimensioni del codice a barre. Per impostare dimensioni personalizzate per il testo in chiaro, disattivare questa opzione e selezionare le dimensioni di caratteri appropriate.

    • Grassetto: applica il grassetto al testo in chiaro.

    • Corsivo: mette in corsivo il testo in chiaro.

    Suggerimento

    I dettagli del codice a barre differiscono a seconda degli standard dello stesso. Definire le opzioni assegnate relativamente al tipo di codice a barre selezionato correntemente. I dettagli per i codici a barre 1D e 2D sono descritti nelle apposite sezioni:

    Suggerimento

    La cifra di controllo è derivata dalle cifre del codice a barre precedente ed è la cifra finale di un codice a barre.

    Colore: imposta la linea e il colore del testo in chiaro del codice a barre sull'etichetta stampata.

    Disponi

    Oggetti gruppo: aggiunge gli oggetti selezionati a un gruppo.

    • Oggetti gruppo: unisce gli oggetti selezionati e fa in modo che si comportino come un unico oggetto.

    • Separa oggetti separa gli oggetti raggruppati in precedenza.

    Disponi definisce il modo in cui gli oggetti vengono posizionati in un gruppo.

    • Porta avanti: sposta in alto di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in primo piano: sposta l'oggetto selezionato in cima alla pila di oggetti.

    • Invia dietro: sposta in basso di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in secondo piano: sposta l'oggetto selezionato in fondo alla pila di oggetti.

    Scheda contestuale Forma

    La scheda Forma è una scheda contestuale che definisce l'aspetto degli oggetti Ellisse, Rettangolo e Linea.

    UUID-ff503e5b-fd72-846e-0057-d9ecf4c6da07.png

    Nella scheda Forma sono disponibili i seguenti gruppi di impostazioni:

    • Bordato: definisce il modo in cui dovrebbe venire visualizzata la linea della forma selezionata.

    • Il gruppo Riemp. definisce lo stile di riempimento e il colore della forma.

    • Disponi: posiziona l'oggetto relativamente agli oggetti vicini su un'etichetta.

    Bordato

    Il gruppo Bordato definisce il modo in cui dovrebbe venire visualizzata la linea della forma selezionata.

    Le opzioni del pulsante Stile contorno sono:

    • Nessuno: rende invisibile la linea dell'oggetto.

    • Tinta unita: applica una tinta unita all'oggetto.

    • Punto: rende punteggiata la linea dell'oggetto.

    • Trattino: rende tratteggiata la linea dell'oggetto.

    • Cancella: rende invisibili alcune parti degli oggetti al di sotto della linea.

    Colore contorno definisce il colore della linea della forma.

    Spessore definisce la larghezza della linea.

    Raggio angolo: arrotonda gli angoli del rettangolo. I valori più elevati ampliano la curva.

    Riemp.

    Il gruppo Riemp. definisce lo stile di riempimento e il colore della forma.

    Le opzioni di Stile riempimento sono:

    • Nessuno: rende l'oggetto completamente trasparente.

    • Cancella: rende invisibili gli altri oggetti al di sotto di quello attivo.

    • Tinta unita: riempie l'oggetto con un colore a tinta unita.

    • Diagonale destra: riempie l'oggetto con linee diagonali che salgono verso il lato destro.

    • Diagonale sinistra: riempie l'oggetto con linee diagonali che salgono verso il lato sinistro.

    • Verticale: riempie l'oggetto con linee verticali.

    • Orizzontale: riempie l'oggetto con linee orizzontali.

    • Incrocia: riempie l'oggetto con linee incrociate.

    • Diagonale a croce: riempie l'oggetto con linee incrociate in senso diagonale.

    • 25% di colore: imposta l'opacità del colore di riempimento su 25%.

    • 50% di colore: imposta l'opacità del colore sul 50 %

    • 75% di colore: imposta l'opacità del colore di riempimento su 75 %.

    Colore di sfondo definisce il colore del riempimento della forma.

    Disponi

    Oggetti gruppo: aggiunge gli oggetti selezionati a un gruppo.

    • Oggetti gruppo: unisce gli oggetti selezionati e fa in modo che si comportino come un unico oggetto.

    • Separa oggetti separa gli oggetti raggruppati in precedenza.

    Disponi definisce il modo in cui gli oggetti vengono posizionati in un gruppo.

    • Porta avanti: sposta in alto di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in primo piano: sposta l'oggetto selezionato in cima alla pila di oggetti.

    • Invia dietro: sposta in basso di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in secondo piano: sposta l'oggetto selezionato in fondo alla pila di oggetti.

    Scheda contestuale Immagine

    La scheda Immagine è una scheda contestuale che definisce le opzioni di ridimensionamento delle immagini e la disposizione degli oggetti.

    UUID-199c2bba-716a-93dd-9df2-126f06a9889d.png

    Nella scheda Immagine sono disponibili i seguenti gruppi di impostazioni:

    • Ridimensiona: ridimensiona l'oggetto relativamente agli oggetti vicini su un'etichetta.

    • Disponi: posiziona l'oggetto relativamente agli oggetti vicini su un'etichetta.

    Ridimensiona

    Il gruppo Ridimensiona definisce se l'immagine si adatta o meno alle dimensioni dell'etichetta al momento della stampa.

    Il pulsante Adattamento immagine apre le opzioni di dimensionamento dell'immagine:

    • Opzioni ridimensionamento: definisce il modo in cui le dimensioni del file di origine si adattano a quelle dell'oggetto al momento della stampa.

      • Mantieni dimensioni immagine originali: disattiva il ridimensionamento. Il file di origine è visualizzato nell'oggetto Immagine con le sue dimensioni originali.

      • Ridimensiona proporzionalmente: ridimensiona proporzionalmente il file di origine. Le proporzioni delle dimensioni del file di origine vengono mantenute.

      • Ridimensiona alle dimensioni progettate: ridimensiona l'immagine orizzontalmente e verticalmente per adattarla al riquadro delimitatore. Probabilmente questa opzione distorce l'immagine.

    • Dimensione originale: visualizza i valori di Larghezza e Altezza dell'immagine prima di eseguire il ridimensionamento.

    • Ripristina dimensioni immagine originali: rimuove le azioni di ridimensionamento.

    Mantieni proporzioni: fa in modo che entrambe le dimensioni dell'oggetto cambino proporzionalmente durante il ridimensionamento.

    Disponi

    Oggetti gruppo: aggiunge gli oggetti selezionati a un gruppo.

    • Oggetti gruppo: unisce gli oggetti selezionati e fa in modo che si comportino come un unico oggetto.

    • Separa oggetti separa gli oggetti raggruppati in precedenza.

    Disponi definisce il modo in cui gli oggetti vengono posizionati in un gruppo.

    • Porta avanti: sposta in alto di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in primo piano: sposta l'oggetto selezionato in cima alla pila di oggetti.

    • Invia dietro: sposta in basso di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in secondo piano: sposta l'oggetto selezionato in fondo alla pila di oggetti.

    Scheda contestuale Testo

    La scheda Test è una scheda contestuale che definisce la formattazione degli oggetti Testo e Casella di testo .

    UUID-cb8c44c6-b305-3506-6936-40a018897ae8.png

    Nella scheda Testo sono disponibili i seguenti gruppi di impostazioni:

    • Formato: consente di definire il formato dei caratteri.

    • Impostazioni testo: consente di definire il layout di qualsiasi contenuto testuale aggiunto all'oggetto etichetta.

    • Disponi: posiziona l'oggetto relativamente agli oggetti vicini su un'etichetta.

    Formato

    Il gruppo Formato consente di definire il formato dei caratteri.

    • Il pulsante Mostra/nascondi caratteri stampante: attiva/disattiva la visibilità dei caratteri della stampante.

    • Carattere: consente di specificare il tipo di carattere e le sue dimensioni. I caratteri rientrano in due gruppi: caratteri OpenType e caratteri della stampante.

      Nota

      Se la stampante selezionata correntemente è una stampante termica, nell'elenco di caratteri disponibili saranno presenti caratteri aggiuntivi. Si tratta dei caratteri della stampante identificati dall'icona della stampante davanti ai relativi nomi.

    • I caratteri possono apparire in grassetto, corsivo, sottolineato o barrato.

    • I pulsanti di allineamento consentono di allineare il testo a sinistra, al centro, a destra o in modo uniforme.

    • Colore caratteri: specifica il colore dei caratteri e delle sottolineature.

    • I pulsanti Aumenta/Diminuisci carattere consentono di modificare gradualmente le dimensioni dei caratteri.

    • Il fattore Proporzioni: che definisce l'entità dell'allungamento dei caratteri rispetto alle loro proporzioni originali.

      Nota

      Se il fattore di allungamento è impostato sul 100 %, i caratteri hanno un aspetto normale. Se il fattore è 200 %, significa che il carattere è due volte più grande del normale. Se è 50 %, la larghezza del carattere è dimezzata.

    Impostazioni testo

    Il gruppo Impostazioni testo consente di definire il layout di qualsiasi contenuto testuale aggiunto all'oggetto.

    Il pulsante Carattere e paragrafo consente di accedere alle opzioni di spaziatura di righe e caratteri:

    • Interlinea: distanza tra le righe di in un paragrafo.

    • Spaziatura caratteri: distanza tra i singoli caratteri.

    Il pulsante Effetti visualizza gli effetti di testo disponibili:

    • Inverti: inverte i colori del testo e dello sfondo.

    • Specchio: rispecchia il testo.

    • Stampa RTL: stampa il testo da destra a sinistra.

    Suggerimento

    La maggior parte delle stampanti termiche stampa il testo in arabo ed ebraico da destra a sinistra. Attivare questa opzione se il sistema operativo non fornisce supporto RTL nativo.

    Il pulsante Adattam. testo apre le opzioni di dimensionamento automatico del testo:

    • Nessuno: disattiva il ridimensionamento. In questo caso, le dimensioni del campo di testo e dei caratteri non si adattano alla quantità di contenuto inserito in una casella di testo.

    • Ignora contenuto eccessivo: rimuove il contenuto testuale che non entra nell'oggetto.

    Suggerimento

    Quando l'opzione è attivata, l'oggetto utilizza solo la quantità di testo che può essere contenuta nella casella. Il testo restante viene ignorato.

    • Regola altezza per adattare contenuto: adatta al contenuto l'altezza della casella di testo.

    • Adatta contenuto regolando dimensioni caratteri: imposta l'intervallo delle dimensioni dei caratteri dell'oggetto etichetta accettabile. Le dimensioni dei caratteri si adattano automaticamente alle dimensioni del riquadro di testo.

    Nota

    Il pulsante Adattam. testo è disponibile quando si configura l'oggetto Casella di testo arricchito.

    Disponi

    Oggetti gruppo: aggiunge gli oggetti selezionati a un gruppo.

    • Oggetti gruppo: unisce gli oggetti selezionati e fa in modo che si comportino come un unico oggetto.

    • Separa oggetti separa gli oggetti raggruppati in precedenza.

    Disponi definisce il modo in cui gli oggetti vengono posizionati in un gruppo.

    • Porta avanti: sposta in alto di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in primo piano: sposta l'oggetto selezionato in cima alla pila di oggetti.

    • Invia dietro: sposta in basso di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in secondo piano: sposta l'oggetto selezionato in fondo alla pila di oggetti.

    Schede contestuali specifiche del modulo

    La scheda contestuale è una scheda nascosta che viene visualizzata nella fila di schede quando un oggetto modulo è selezionato sulla superficie del progetto. Le schede contestuali appaiono sul lato destro delle schede standard di Designer.

    Le seguenti schede consentono di accedere agevolmente ai comandi specifici dell'oggetto:

    • Oggetto: consente di definire la possibilità di stampa, la sua posizione e disposizione.

    • Controllo modulo: consente di definire le specifiche relative a un oggetto modulo, ossia il suo layout e gli eventi assegnati.

    • Immagine: consente di accedere alle opzioni correlate alle immagini e al ridimensionamento delle immagini.

    Scheda contestuale Progetta

    La scheda contestuale Progetta consente di definire il layout e il posizionamento dell'oggetto etichetta selezionato.

    UUID-fbb0740f-c3d5-5164-59f7-9add6e69bb3e.png

    Nella scheda Progetta sono disponibili i seguenti gruppi di impostazioni:

    • Generale: definisce la visibilità e la possibilità di stampa su un'etichetta di un oggetto.

    • Posizionamento: definisce la posizione dell'oggetto sulla superficie del progetto.

    • Disponi: posiziona l'oggetto relativamente agli oggetti vicini su un'etichetta.

    Generale

    Il gruppo Generale attiva/disattiva l'oggetto e ne definisce la visibilità in un modulo.

    • Attivato: definisce se l'oggetto sarà attivo (modificabile) o meno all'avvio del modulo.

    • Visibile: definisce se l'oggetto selezionato apparirà o meno sul modulo.

    • Condizioni: un oggetto è attivato e/o visibile se il risultato della condizione data è "True".

    • Nome: consente di immettere il nome dell'oggetto e la relativa descrizione.

    Posizionamento

    Il gruppo Posizionamento imposta la posizione e le dimensioni dell'oggetto su un modulo.

    Il pulsante Posizione apre:

    • Le coordinate X e Y: impostano la posizione esatta sulla superficie del progetto (in px).

    • Dimensioni dell'oggetto Larghezza e Altezza:.

    Il pulsante Punto di ancoraggio definisce il punto in cui un oggetto è agganciato alla superficie del progetto. Le dimensioni degli oggetti a dimensioni variabili aumentano o diminuiscono nella direzione opposta al punto di ancoraggio scelto.

    • Ridimensiona orizzontalmente con il modulo e Ridimensiona verticalmente con il modulo: le dimensioni dell'oggetto si adattano automaticamente al cambiamento delle dimensioni del modulo.

      • Ridimensiona orizzontalmente con il modulo: la larghezza dell'oggetto si adatta al modulo ridimensionato.

      • Ridimensiona verticalmente con il modulo: l'altezza dell'oggetto si adatta al modulo ridimensionato.

    Nota

    Se entrambe le opzioni sono attivate, la larghezza e l'altezza dell'oggetto si adattano simultaneamente al modulo ridimensionato.

    Mantieni proporzioni fa in modo che l'oggetto venga ridimensionato in modo proporzionale.

    Blocca impedisce lo spostamento dell'oggetto selezionato durante il processo di progettazione.

    Disponi

    Oggetti gruppo: aggiunge gli oggetti selezionati a un gruppo.

    • Oggetti gruppo: unisce gli oggetti selezionati e fa in modo che si comportino come un unico oggetto.

    • Separa oggetti separa gli oggetti raggruppati in precedenza.

    Disponi definisce il modo in cui gli oggetti vengono posizionati in un gruppo.

    • Porta avanti: sposta in alto di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in primo piano: sposta l'oggetto selezionato in cima alla pila di oggetti.

    • Invia dietro: sposta in basso di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in secondo piano: sposta l'oggetto selezionato in fondo alla pila di oggetti.

    Scheda contestuale Controllo modulo

    La scheda Controllo modulo consente di assegnare le azioni all'oggetto e di impostare il suo aspetto.

    Nella scheda Controllo modulo sono disponibili i seguenti gruppi di impostazioni:

    • Eventi: consente di definire i vari eventi che possono essere eseguiti usando l'oggetto selezionato.

    • Stile: definisce le modalità di visualizzazione del contenuto di un oggetto modulo. Questo gruppo si adatta all'oggetto modulo selezionato correntemente. Vengono usate le seguenti variazioni:

    • Disponi: posiziona l'oggetto relativamente agli oggetti vicini su un'etichetta.

    Eventi

    Il gruppo Eventi consente di definire i vari eventi che possono essere eseguiti usando l'oggetto selezionato.

    • Il pulsante Eventi apre l'elenco di eventi disponibili per l'oggetto selezionato.

    Esempio:

    Gli eventi tipici di Designer sono Al clic, Su stato attivo, All'uscita, ecc.

    Ciascun evento viene eseguito mediante azioni. Il pulsante Azioni... consente di accedere all'Editor azioni, lo strumento che consente di gestire le azioni di una soluzione di etichettatura.

    Stile per il contenuto testuale

    Il gruppo Stile definisce le modalità di visualizzazione del contenuto testuale di un oggetto modulo.

    Il pulsante Mostra/nascondi caratteri stampante rende disponibili o nasconde i caratteri della stampante presenti nell'elenco di caratteri.

    Carattere consente di specificare il tipo di carattere e le sue dimensioni. I caratteri rientrano in due gruppi: caratteri OpenType e caratteri della stampante.

    Nota

    se la stampante selezionata correntemente è una stampante termica, nell'elenco di caratteri disponibili saranno presenti caratteri aggiuntivi. Si tratta dei caratteri della stampante identificati dall'icona della stampante davanti ai relativi nomi.

    I caratteri possono apparire in grassetto, corsivo, sottolineato o barrato.

    Proporzioni: è un fattore che definisce l'entità dell'allungamento dei caratteri rispetto alle loro proporzioni originali. Se il fattore è impostato sul 100%, i caratteri hanno un aspetto normale. Se il fattore è 200%, significa che il carattere è due volte più grande del normale. Se è 50%, il carattere è allungato.

    Allineamento testo definisce il posizionamento orizzontale del contenuto dell'oggetto.

    • Allinea a sinistra: posiziona il testo sul bordo sinistro di un oggetto.

    • Allinea al centro: posiziona il testo al centro di un oggetto.

    • Allinea a destra: posiziona il testo sul bordo destro di un oggetto.

    Colore caratteri consente di specificare i colori dei caratteri e i colori di sottolineatura.

    Colore di sfondo: definisce il colore dello sfondo dell'oggetto.

    Il pulsante Colore bordo apre le impostazioni relative al colore del bordo.

    Impostazioni testo definisce il layout del testo.

    Stile (per il contenuto grafico)

    Il gruppo Stile definisce il layout degli oggetti modulo.

    • Mostra bordo definisce se il bordo dell'oggetto è visibile o meno.

    • Il pulsante Impostazioni bordo apre le impostazioni Colore bordo e Larghezza bordo.

    • Colore di sfondo definisce il colore dello sfondo dell'oggetto.

    Stile (per le tabelle)

    Il gruppo Stile definisce l'aspetto dell'oggetto Tabella database su un modulo.

    • Stile tabella definisce l'aspetto visivo dell'oggetto e il suo contenuto.

    • Stile cella definisce l'aspetto visivo di una cella in un oggetto tabella di database.

    Disponi

    Oggetti gruppo: aggiunge gli oggetti selezionati a un gruppo.

    • Oggetti gruppo: unisce gli oggetti selezionati e fa in modo che si comportino come un unico oggetto.

    • Separa oggetti separa gli oggetti raggruppati in precedenza.

    Disponi definisce il modo in cui gli oggetti vengono posizionati in un gruppo.

    • Porta avanti: sposta in alto di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in primo piano: sposta l'oggetto selezionato in cima alla pila di oggetti.

    • Invia dietro: sposta in basso di un livello l'oggetto selezionato.

    • Porta in secondo piano: sposta l'oggetto selezionato in fondo alla pila di oggetti.

    Scheda contestuale Immagine (specifica del modulo)

    La scheda Immagine è una scheda contestuale che definisce le opzioni di ridimensionamento delle immagini e la disposizione degli oggetti.

    UUID-199c2bba-716a-93dd-9df2-126f06a9889d.png

    Nella scheda Immagine sono disponibili i seguenti gruppi di impostazioni:

    • Eventi: consente di definire i vari eventi che possono essere eseguiti usando l'oggetto immagine selezionato.

    • Ridimensiona: definisce il modo in cui le dimensioni del file di origine dell'immagine si adattano a quelle dell'oggetto al momento dell'esecuzione del modulo.

    • Disponi: posiziona l'oggetto relativamente agli oggetti vicini sull'etichetta.

    Documento di archiviazione

    La scheda contestuale Documento di archiviazione consente di eseguire le azioni di archiviazione di documenti all'interno di Designer.

    Documento di archiviazione è una funzionalità di NiceLabel Control Center. Esso consente a NiceLabel Control Center di fungere da repository di file condivisi sul server, nel quale gli utenti possono memorizzare i propri file, recuperarli e controllare le revisioni.

    La scheda contestuale Documento di archiviazione consente di eseguire azioni di archiviazione di documenti direttamente da Designer. Ciò consente di evitare di accedere al file e di aprirlo in NiceLabel Control Center.

    Nota

    Questa scheda contestuale richiede la connessione con NiceLabel Control Center. La licenza LMS Enterprise è obbligatoria per tali configurazioni.

    Il gruppo Revisioni consente di eseguire le azioni di archiviazione di documenti disponibili:

    • Check Out: estrae il file dal documento di archiviazione di NiceLabel Control Center e lo rende disponibile per apportarvi modifiche. Il file sottoposto a check-out viene contrassegnato e bloccato per la modifica da parte di qualsiasi altro utente. Tutti gli altri utenti vedranno la versione corrente del file, mentre l'autore (progettista) già lavora a una nuova bozza.

    Nota

    Dopo aver aperto un documento da Documento di archiviazione (File > Apri > Documento di archiviazione), i comandi di modifica restano disattivati fino a quando il documento non viene sottoposto a check out.

    • Check In: archivia il file sul documento di archiviazione di NiceLabel Control Center al termine delle operazioni di modifiche. Quando si esegue il check-in del file, il relativo numero di revisione aumenta di uno. Il commento immesso viene aggiunto al registro del file.

    • Ignora check out: ignora il check out del file corrente e fornisce agli altri utenti l'accesso completo al file.

      Avvertimento

      Se si fa clic su Ignora check out, si perdono irreversibilmente tutte le modifiche che uno qualsiasi degli utenti ha fatto dopo aver controllato il file. Per conservare le modifiche, eseguire prima il check-in delle etichette o delle soluzioni.

    • Documento di archiviazione: apre la posizione di archiviazione dei documenti del NiceLabel Control Centerconnesso.

    Scheda Guida

    La scheda Guida consente di accedere direttamente alle varie risorse che permettono di progettare e usare etichette e moduli in modo veloce ed efficiente.

    UUID-b62a1470-8b40-16a5-5125-ece434c3a12b.png

    Il gruppo del nastro Guida include pulsanti con collegamenti alle risorse seguenti.

    • Guida: Guida in linea di Designer.

    • Guide dell'utente: raccolta online di guide dell'utente di NiceLabel. La raccolta include guide dell'utente per l'intero portafoglio di prodotti.

    • Video sulla formazione:  NiceLabel raccolta di video sulla formazione.

    • Knowledge base: libreria online di articoli che descrivono numerose soluzioni tecniche, suggerimenti e problemi risolti per etichette e soluzioni di stampa.

    • File di esempio: consentono di accedere alla raccolta di file di etichetta di esempio. Usarli per familiarizzarsi con Designer e scoprire le funzionalità del software.

    • Supporto tecnico: connette l'utente al reparto addetto al supporto tecnico di NiceLabel.

    Il gruppo della barra multifunzione Prodotto include collegamenti a:

    Tag RFID

    La finestra di dialogo Tag RFID consente di selezionare il tipo di tag RFID appropriato, definirne il contenuto e configurare quale tipo di dati sarà codificato sul tag.

    Nota

    La funzionalità RFID è disponibile con il driver stampante NiceLabel installato.

    La finestra di dialogo Tag RFID consente di configurare il modo in cui il contenuto del tag viene codificato in un tag:

    Tag

    Il pannello Tag della finestra di dialogo Tag RFID consente di selezionare il tipo di tag che eseguirà i dati codificati e il modo in cui essi dovrebbero essere scritti nel tag stesso.

    Il gruppo Tag include la selezione del tipo di tag.

    • L'elenco a discesa Tipo del tag consente di selezionare i tipi di tag RFID disponibili. La selezione dei tipi di tag è definita automaticamente dal driver stampante.

    Nota

    Selezionare la stampante (e il driver corrispondente) per l'etichetta con il tag RFID nella barra di stato.

    Il gruppo Uso definisce le origini dati Tag RFID e come i dati vengono scritti sul tag.

    • Scrittura RFID attivata: attiva o disattiva la scrittura dei dati sul tag RFID.

    Suggerimento

    La disattivazione della scrittura potrebbe risultare utile durante il processo di progettazione dell'etichetta o durante fasi specifiche del flusso di lavoro.

    I campi di dati RFID codificabili vengono aggiunti a Dynamic Data explorer in Tag RFID.

    Esempio 6. Esempio

    Possibilità dei campi di dati:

    • EPC: campo di dati con codice prodotto elettronico

    • Dati utente: campo di dati con contenuto da codificare sul tag RFID

    • TID: campo dati con ID univoco del tag RFID

    • Codice GID: codice identificativo generale per i tag RFID

    • Codice CID: numero di identificazione della scheda


    Suggerimento

    Trascinare il campo dati appropriato e posizionarlo sull'etichetta sotto forma di oggetto Testo, Casella di testo o Codice a barre(definito dal driver).

    Contenuto

    Il pannello Contenuto della finestra di dialogo Tag RFID consente di definire il contenuto di un tag RFID. Per codificare i dati in un tag RFID, seguire i passi seguenti.

    Passo 1: Selezionare i campi dati

    Il gruppo Campi dati consente di selezionare i campi di dati. Questi campi conterranno i dati codificati del tag RFID.

    Nota

    La serie di campi di dati disponibili con le impostazioni correnti dipende dal Tipo del tag selezionato.

    Esempi di campi di dati:

    • TID: ID univoco del tag RFID

    • EPC: sintassi per gli identificatori univoci assegnati a oggetti, carichi di unità o altre entità incluse nelle operazioni aziendali

    • Dati utente: dati payload che devono essere scritti nel tag RFID

    • Memoria Tag RFID: l'unico campo dati disponibile per i tag RFID non di seconda generazione

    Passo 2: Seleziona tipo dati

    Tipo di dati definisce il metodo di immissione del contenuto Campi dati. La disponibilità di tipi di dati dipende dal valore di Campo dati selezionato.

    • Blocco di memoria: la tabella consente di immettere i dati in singoli blocchi di memoria del tag RFID. Ciascuna tabella rappresenta un singolo blocco del Tipo del tag selezionato.

    Nota

    La struttura del blocco di memoria e le proprietà dei singoli blocchi dipendono dal Tipo del tag selezionato.

    Nota

    Tipo di dati può essere definito singolarmente per ciascun blocco.

    • Electronic Product Code (EPC): i campi aggiunti consentono di immettere i dati RFID in base allo standard EPC.

    • Stringa ASCII: i dati RFID da immettere come stringa di caratteri ASCII.

    • Stringa codificata HEX: i dati RFID da immettere come una stringa di coppie esadecimali.

    • Numerico: i dati RFID da immettere come stringa di cifre.

    Tipo codifica consente di selezionare il formato di codifica dei dati corrispondente al Tipo di dati corrente.

    Passo 3: Inserire il valore

    Inserire il valore da codificare nel tag RFID in base al Tipo di dati selezionato.

    Sicurezza

    La scheda Sicurezza della finestra di dialogo Tag RFID consente di configurare le impostazioni di sicurezza del tag RFID. Queste impostazioni consentono o rifiutano l'accesso alla scrittura o alla modifica di dati RFID.

    Le impostazioni di sicurezza dipendono dalla stampante selezionata. I principali tipi di configurazione sono tre.

    Campo a memoria singola con più blocchi

    Il gruppo Blocco include una panoramica sui blocchi presenti nella memoria del tag RFID. Ciascun blocco può essere bloccato individualmente.

    Per proteggere il blocco da modificare e scrivere, attivare l'opzione Blocco bloccato.

    UUID-cc4700b9-ee49-874b-3f38-7be748fdae71.png

    L'opzione Blocca tutti i blocchi consente di bloccare simultaneamente tutti i blocchi nel campo di memoria o di sbloccarli qualora siano già bloccati.

    Campi di memoria multipli

    Il gruppo Protezione dell'accesso imposta una password che va immessa prima di modificare o scrivere i dati RFID.

    Tipo di dati definisce il metodo di immissione della Password.

    • Stringa ASCII: La Password va immessa come una stringa di caratteri ASCII.

    • Stringa codificata HEX: La Password va immessa come una stringa di coppie esadecimali.

    • Numerico: La Password va immessa come stringa di cifre.

    Termina codice definisce il codice che disattiva il tag RFID per sempre e in modo irreversibile.

    Suggerimento

    Dopo che il codice è stato terminato, i dati non possono essere né recuperati né scritti sul tag.

    Tipo di dati definisce il metodo di immissione dei caratteri Termina codice.

    • Stringa ASCII: Termina codice va immesso come una stringa di caratteri ASCII.

    • Stringa codificata HEX: Termina codice va immessa come una stringa di coppie esadecimali.

    • Numerico: Termina codice va immesso come stringa di cifre.

    UUID-95cdbc87-a61b-9333-77d9-44ff4de43259.png

    Campi di memoria multipli con blocco

    Le altre impostazioni di Campi di memoria multipli consentono all'utente di impostare il blocco dei singoli blocchi all'interno dei campi di memoria del tag RFID.

    Il gruppo Blocco include una panoramica sui campi di memoria inclusi nel tag RFID. Ciascun campo di memoria può essere bloccato individualmente.

    Seleziona impostazione blocco consente di definire in che modo vengono applicati i blocchi:

    • Mantieni impostazione originale: l'impostazione di blocco originale non può essere recuperata, ma, per impostazione predefinita, si suppone che l'impostazione del tag dovrebbe restare invariata.

    • Blocca: viene applicato il blocco e impedite ulteriori modifiche.

    • Sblocca: il blocco viene sbloccato e reso modificabile.

    • Blocca di nuovo: il tag RFID viene sbloccato per consentire l'applicazione delle modifiche. Al termine delle operazioni, il tag viene subito bloccato di nuovo.

    • Blocco/Sblocco definitivo: rende permanenti le impostazioni sopra descritte. Queste impostazioni non possono essere annullate.

    Blocchi per bloccare: definisce i singoli blocchi o gli intervalli di blocchi da bloccare.

    Suggerimento

    I blocchi individuali sono definiti con un indice e separati da una virgola (con o senza inserimento di uno spazio intermedio). Gli intervalli di blocchi sono definiti con un trattino.

    UUID-80fa79f0-1a18-daea-027b-8112b59f151d.png

    Impostazioni

    Nota

    Le impostazioni disponibili dipendono dal driver della stampante selezionato. Se le impostazioni proprie non sono descritte qui, controllare la Guida utente del driver.

    La scheda Impostazioni della finestra di dialogo Tag RFID consente di configurare le varie impostazioni dei tag relative alla sua struttura e programmazione.

    Tutte le impostazioni disponibili sono elencate in una tabella, nel gruppo Impostazioni:

    • Offset di antenna: definisce la distanza tra la parte superiore dell'etichetta e l'inlay RFID incorporato.

    • Attenuazione potenza: specifica la potenza radio in uscita. Consente di regolare la potenza delle emissioni RF provenienti dall'antenna.

    • Tag massimi per interrompere: specifica quanti tag possono essere programmati in modo errato prima della stampa delle interruzioni di etichetta. L'opzione può essere usata come misura di precauzione, in quanto essa impedisce il consumo di etichette errate. Quando la programmazione dei tag RFID non riesce, di solito sull'etichetta viene stampata la parola "VOID".

    • Numero ripetizioni: specifica il numero di volte che la stampante tenta di programmare il tag nel caso in cui il tentativo iniziale non riesca. Il parametro viene inviato alla stampante insieme al resto dei dati.

    • Cerca tag valido: prima che abbia inizio la programmazione del tag, la stampante verifica se sull'etichetta intelligente è disponibile un tag RFID adeguato. La stampante verifica anche se il tag è programmabile.

    • Verifica scrittura dati: dopo che i dati sono stati codificati nel tag RFID, la stampante controlla se i dati scritti sono uguali al valore originale.

    • Electronic Article Surveillance (EAS): è un sistema antifurto usato nei casi in cui all'elemento è allegato un tag rilevabile elettronicamente.

      • Mantieni impostazione EAS originale: l'impostazione EAS originale non può essere recuperata, ma, per impostazione predefinita, si suppone che l'impostazione del tag dovrebbe restare invariata.

      • Attiva EAS: attiva la sorveglianza nel tag RFID. Se questa fosse l'impostazione originale, il tag resterebbe invariato.

      • Disattiva EAS: disattiva la sorveglianza nel tag RFID. Se questa fosse l'impostazione originale, il tag resterebbe invariato.

      • Blocca per sempre l'impostazione del tag EAS: blocca per sempre l’impostazione scelta per l’EAS. Questo blocco non può essere annullato.

    Nota

    La serie di impostazioni disponibili dipende dal Tipo del tag corrente.

    Lettura e stampa RFID

    Questa sezione descrive come definire quali campi di dati del tag RFID dovrebbero essere letti e stampati sull'etichetta usando gli elementi interni della stampante.

    Per configurare le proprietà del campo di dati e per creare i dati con codifica RFID sull'etichetta, trascinarlo sulla superficie del progetto. Dopo che è stato aggiunto alla superficie del progetto, il campo di dati appare come un normale oggetto etichetta Testo con le proprietà aggiuntive descritte di seguito.

    Formato dati definisce il formato in cui il contenuto del campo di dati RFID viene scritto nell'oggetto etichetta e quindi stampato.

    Nota

    I formati di dati disponibili e il numero di caratteri consentiti sono definiti dal driver stampante e dal tipo di tag selezionato.

    • Stringa codificata HEX: il contenuto del campo di dati è una stringa di coppie esadecimali.

    • Stringa ASCII: il contenuto del campo di dati è una stringa di caratteri ASCII.

    • Numerico: il contenuto del campo di dati è una stringa di numeri.

    Nota

    Per stampare è necessario selezionare i caratteri nativi della stampante (quelli memorizzati internamente sulla stampante). Tutti gli altri caratteri genereranno un errore.

    Anteprima mostra il contenuto del campo di dati come esso apparirebbe usando il Formato dati selezionato. Il campo Anteprima non include i dati codificati veri e propri. Immettere i caratteri manualmente. Per impostazione predefinita, l'oggetto contiene un numero di punti interrogativi pari alla lunghezza del campo di dati RFID.

    Suggerimento

    La funzione del campo Anteprima consiste nel riempire l'oggetto con contenuto fittizio durante il processo di progettazione dell'etichetta e nel mostrare in anticipo il layout che avrà sull'etichetta stampata. L'oggetto sull'etichetta stampata visualizza il contenuto che era stato letto dal tag RFID.

    Il gruppo Estrazione dati definisce quali parti del contenuto del campo di dati devono venire lette dal tag RFID e stampate sull'etichetta.

    Suggerimento

    Per impostazione predefinita, l'intero intervallo di dati codificati viene letto dal tag RFID.

    • Seleziona byte: specifica quali byte dei dati codificati del tag RFID devono essere visualizzati nell'oggetto etichetta.

      • Byte iniziale: il numero di byte presenti in una stringa codificata che avvia la selezione.

      • Lunghezza in byte: numero di byte selezionati da estrarre dai dati codificati.

    • Seleziona blocchi: specifica quali blocchi dei dati codificati del tag RFID devono essere visualizzati nell'oggetto etichetta.

      • Blocco di partenza: il numero di blocchi presenti in una stringa codificata che avvia la selezione.

      • Numero blocchi: numero di blocchi selezionati da estrarre dai dati codificati.