Suggerimenti per l'uso di variabili nelle azioni

Official translation unavailable. Translate this page with Google:

Se si usano variabili nelle azioni NiceLabel Automation, tenere conto di queste raccomandazioni.

  • Racchiudere le variabili tra parentesi. Se hai variabili con spazi nei loro nomi e fai riferimento a variabili nelle azioni, come Esegui istruzione SQL o Esegui script, racchiudere le variabili tra parentesi, come in (Product Name). Utilizzare anche le parentesi se i nomi delle variabili sono gli stessi dei nomi riservati, ad esempio nell'istruzione SQL.

  • Inserire i due punti davanti al nome della variabile. Per fare riferimento alle variabili nell'azione Esegui istruzione SQL o in Trigger database è necessario inserire due punti (:) davanti al nome della variabile, come :(Product ID). L'analizzatore SQL lo interpreta come “valore di variabile”.

    SELECT * FROM MyTable WHERE ID = :(ProductID)

  • Convertire i valori in un numero intero per il calcolo. Se si desidera eseguire un calcolo numerico con variabili, assicurarsi di convertire i valori variabili in numeri interi. Definire variabili numeriche limita solo i caratteri accettabili per la definizione del valore, ma non cambia il tipo di variabile. NiceLabel Automation tratta tutte le variabili del tipo stringa. In VBScript si userebbe la funzione CInt().

  • Impostare i valori predefiniti/di avvio per gli script. Quando nell'azione si usano variabili, assicurarsi che a tali variabili sia stato assegnato un valore predefinito, altrimenti il controllo dello script potrebbe non riuscire. È possibile definire i valori predefiniti nelle proprietà delle variabili o in uno script (e rimuoverli dopo aver provato lo script).