Official translation unavailable. Translate this page with Google:

Imposta variabile

Questa azione assegna un nuovo valore alla variabile selezionata.

Di solito le variabili ottengono i loro valori mediante l'azione Usa filtro dati (disponibile in Automation Builder), la quale estrarrà i campi dai dati ricevuti e li mapperà sulle variabili. Potrebbe anche essere necessario impostare manualmente i valori delle variabili, di solito per finalità di risoluzione dei problemi. In Automation Builder, i valori delle variabili non vengono ricordati da un trigger all'altro, ma vengono conservati mentre viene elaborato lo stesso trigger.

Il gruppo Variabile definisce il nome di variabile e il suo valore.

  • Nome: nome di variabile che dovrebbe memorizzare il valore modificato.

  • Valore: valore da impostare come variabile. Può essere definito manualmente oppure dinamicamente usando una variabile esistente o appena creata.

Salva dati variabili

Informazioni livello di prodotto

Automation Builder le funzionalità richiedono NiceLabel LMS Enterprise oppure NiceLabel LMS Pro.

Questa azione salva i valori di una o più variabili in un file di dati associato.

Nel modulo NiceLabel Automation, questa azione consente lo scambio di dati tra trigger. Per rileggere i dati nel trigger, usare l'azione Carica dati variabili.

Suggerimento

I valori vengono salvati in un file CSV con la prima riga che contiene i nomi delle variabili. Se le variabili contengono valori con più righe, i caratteri di a capo (CR/LF) vengono codificati come \n\r.

Il gruppo Impostazioni definisce il nome del file.

  • Nome del file: file di dati in cui salvare i dati variabili. Se il nome è hardcoded, i valori vengono salvati sempre nello stesso file di dati.

    Usare la sintassi UNC per le risorse di rete. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Accesso alle risorse di rete condivise nella guida dell'utente di NiceLabel Automation.

Il gruppo Se il file esiste mette a disposizione ulteriori opzioni per salvare i valori.

  • Sovrascrivi il file: sovrascrive i dati esistenti con i nuovi dati variabili. Il vecchio contenuto va perduto.

  • Aggiungi dati al file: aggiunge i valori variabili ai file di dati esistenti.

Il gruppo Struttura file definisce i parametri del file di dati delle variabili CSV:

  • Delimitatore: specifica il tipo di delimitatore (tabulazione, punto e virgola, virgola o carattere personalizzato). Il delimitatore è un carattere che separa i valori delle variabili memorizzati.

  • Qualificatore del testo: specifica il carattere che qualifica il contenuto memorizzato come testo.

  • Codifica file: specifica il tipo di codifica file da usare nel file di dati. Automatico definisce automaticamente la codifica. Se necessario, è possibile selezionare il tipo di codifica preferito nell'elenco a discesa.

    Suggerimento

    UTF-8 è una buona selezione predefinita.

  • Aggiungi nomi di variabili nella prima riga: posiziona il nome della variabile nella prima riga del file.

Il gruppo Variabili definisce le variabili il cui valore va letto dal file di dati. I valori delle variabili esistenti vengono sovrascritti con i valori del file.

  • Tutte le variabili: vengono letti i dati delle variabili di tutte le variabili del file di dati.

  • Variabili selezionate: i dati delle variabili delle variabili elencate vengono letti dal file di dati.

Carica i valori delle variabili

Informazioni livello di prodotto

Automation Builder le funzionalità richiedono NiceLabel LMS Enterprise oppure NiceLabel LMS Pro.

Questa azione carica i valori di una o più variabili dal file di dati associato, così come erano stati salvati dall'azione Salva dati variabile . Usare questa azione per scambiare i dati tra i trigger. È possibile caricare una variabile particolare o tutte le variabili memorizzate nel file di dati.

Il gruppo Impostazioni definisce il nome del file.

  • Nome del file: specifica il file dei dati delle variabili da cui eseguire il caricamento. Se il nome è hardcoded, i valori vengono caricati sempre dallo stesso file.

    Usare la sintassi UNC per le risorse di rete. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Accesso alle risorse di rete condivise nella guida dell'utente di NiceLabel Automation.

Le impostazioni del gruppo Struttura file devono riflettere la struttura del file salvato dall'azione Salvare i valori delle variabili.

  • Delimitatore: specifica il tipo di delimitatore (tabulazione, punto e virgola, virgola o carattere personalizzato). Il delimitatore è un carattere che separa i valori.

  • Qualificatore del testo: specifica il carattere che qualifica il contenuto come testo.

  • Codifica file: specifica il tipo di codifica di caratteri usato nel file di dati. Automatico definisce automaticamente la codifica. Se necessario, selezionare il tipo di codifica preferito dall'elenco a discesa.

    Suggerimento

    UTF-8 è una buona selezione predefinita.

Il gruppo Variabili definisce le variabili i cui valori vanno caricati dal file di dati.

  • Tutte le variabili: specifica tutte le variabili definite nel file di dati da leggere.

  • Variabili selezionate: specifica la selezione di singole variabili che devono essere lette dal file di dati.

Manipolazione stringa

Questa azione definisce il modo in cui devono essere formattati i valori delle variabili selezionate.

Le azioni di manipolazione delle stringhe più comuni sono: eliminazione di spazi iniziali e finali, ricerca e sostituzione di caratteri ed eliminazione di virgolette di apertura e chiusura.

Spesso questa funzionalità è necessaria se un trigger riceve un file di dati non strutturato o vecchi dati. in questi casi, i dati devono essere analizzati mediante il filtro Dati non strutturati. L'azione Manipolazione stringa consente di definire il valore dei dati.

Nota

Se questa azione non fornisce una capacità di manipolazione delle stringhe sufficiente per un caso particolare, usare l'azione Esegui script invece di manipolare i dati usando gli script Visual Basic Script o Python.

UUID-e7689da1-7fbe-e698-af8e-884c627bf335.png

Il gruppo Variabili definisce le variabili di cui si desidera formattare i valori.

  • Tutte le variabili: specifica tutte le variabili definite in un file di dati da formattare.

  • Variabili selezionate: specifica una serie di variabili da formattare a partire dal file di dati.

Il gruppo Formatta testo definisce le funzioni di manipolazione della stringa che si applicano alle variabili o ai campi selezionati. Si possono usare funzioni multiple. Le funzioni si applicano nello stesso ordine visibile nell'editor, dall'alto verso il basso.

  • Cancella spazi all'inizio: elimina tutti i caratteri spazio (codice decimale ASCII 32) dall'inizio della stringa.

  • Cancella spazi alla fine: elimina tutti i caratteri spazio (valore decimale ASCII 32) dalla fine della stringa.

  • Cancella caratteri di apertura e chiusura: elimina la prima occorrenza dell'apertura selezionata e i caratteri di chiusura presenti nella stringa.

    Esempio 53. Esempio

    Se si usa "{" come carattere di apertura e "}" come carattere di chiusura, la stringa di input {{selection}} viene convertita in {selection}.


  • Cerca e sostituisci: esegue la funzione di ricerca e sostituzione standard in base ai valori specificati per cerca e Sostituisci con. Sono supportate le espressioni regolari.

Nota

Sono presenti diverse implementazioni delle espressioni regolari. NiceLabel 10 usa la sintassi .NET Framework per le espressioni regolari. Per ulteriori informazioni, consultare la knowledge base articolo.

  • Sostituisce caratteri non stampabili con spazi: sostituisce tutti i caratteri di controllo presenti nella stringa con il carattere "spazio" (codice decimale ASCII 32). I caratteri non stampabili sono caratteri con valori ASCII decimali compresi tra 0–31 e 127–159.

  • Cancella caratteri non stampabili: cancella tutti i caratteri di controllo della stringa. I caratteri non stampabili sono caratteri con valori ASCII decimali compresi tra 0–31 e 127–159.

  • Decodifica caratteri speciali: decodifica i caratteri (o i codici di controllo) che non sono disponibili sulla tastiera, come Ritorno a capo o Avanzamento riga. NiceLabel 10 usa una notazione per codificare caratteri in forma leggibile, come <CR> per Ritorno a capo e <LF> per Avanzamento riga. Questa opzione converte i caratteri speciali dalla sintassi NiceLabel in caratteri binari veri e propri.

    Esempio 54. Esempio

    Quando si ricevono i dati "<CR><LF>", Designer li usa come stringa normale da 8 caratteri. Sarà necessario attivare questa opzione per interpretare e usare i dati ricevuti come due caratteri binari CR (Ritorno a capo – codice ASCII 13) e LF (Avanzamento riga – codice ASCII 10).


  • Cerca ed elimina tutto prima: trova la stringa fornita ed elimina tutti i caratteri che precedono la stringa definita. La stringa può anche essere eliminata.

  • Cerca ed elimina tutto dopo: trova la stringa fornita ed elimina tutti i caratteri che seguono la stringa definita. La stringa può anche essere eliminata.

  • Cambia maiuscole/minuscole: Cambia tutti i caratteri nelle stringhe in maiuscolo o minuscolo.