Official translation unavailable. Translate this page with Google:

Per ulteriori informazioni sui trigger in generale, vedere la sezione I trigger.

L’evento Trigger file si verifica se:

  • il file monitorato cambia

  • la serie di file presenti nella cartella monitorata cambia

  • un nuovo file appare nella cartella monitorata

A seconda della configurazione del trigger, il sistema operativo Windows avvisa il trigger in merito ai file modificati, oppure il trigger stesso conserva un elenco dell'ultima scrittura di data e ora del file e si attiva dopo che il file riceve una nuova data e ora.

Nota

Uso tipico: il sistema aziendale esegue una transazione, la quale di fatto genera il file di trigger nella cartella condivisa. Il contenuto di dati potrebbe essere strutturato in formato CSV, XML e altri formati oppure può essere strutturato in un vecchio formato. Ad ogni modo, NiceLabel Automation legge i dati, analizza i valori mediante dei filtri e li stampa sulle etichette. Per ulteriori informazioni su come analizzare ed estrarre dati, vedere la sezione I filtri.

Suggerimento

Per favorire la realizzazione di configurazioni con il trigger di file, vedere i file di esempio Automation: CSV composto, CSV medio, CSV semplice, ecc. Gli esempi sono disponibili in Guida > File di esempio.