Configurazione del filtro Testo strutturato

Official translation unavailable. Translate this page with Google:

Filtro Testo strutturato

Per ulteriori informazioni sui filtri in generale, vedere la sezione I filtri.

Usare questo filtro ogni volta che si riceve un file di testo strutturato. Questi sono file di testo in cui i campi sono identificati con uno dei seguenti metodi:

  • I campi sono delimitati da un carattere: i caratteri di delimitazione tipici sono la virgola o il punto e virgola. I file CSV (valori separati da virgole) sono un tipico esempio di file delimitati.

  • I campi contengono un numero fisso di caratteri: In altre parole, i campi sono definiti dalle colonne a larghezza fissa.

Per esempi di dati di testo strutturati, vedere la sezione Database testo.

Definizione dei campi

Per i file di testo strutturati, la definizione dei campi è molto semplice. Sono disponibili due opzioni.

  • Il delimitatore definisce i campi: in questo caso, si ha un carattere di delimitazione, come la virgola o il punto e virgola che separa i campi. È sufficiente definire i nomi di campo nello stesso ordine in cui essi compaiono nei dati ricevuti da un trigger.

  • Campi a larghezza fissa: in questo caso, definire i nomi di campo nello stesso ordine in cui essi appaiono nei dati ricevuti da un trigger e definiranno il numero di caratteri che sarà occupato dal campo. Il numero di caratteri che saranno letti dai dati per questo campo.

UUID-c4da307f-9e87-8427-2a17-cb8cd383bd9a.png

Attivazione della struttura dinamica

Il filtro Testo strutturato ha la capacità di identificare automaticamente i campi e i loro valori all'interno dei dati ricevuti. Ciò rende superflua la mappatura manuale variabile sul campo.